Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Caso-Regeni-ex-ambasciatore-Massari-Egitto-non-ci-ha-informato-subito-1b448170-351b-420d-ad1b-978312b6c4dc.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La notizia arrivò da una fonte non istituzionale

Caso Regeni. L’ex ambasciatore Massari: “L’Egitto non ci informò subito”

Una lunga audizione, quella l'ex ambasciatore al Cairo Maurizio Massari, davanti alla commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni. Una lunga audizione nella quale si ripercorrono tutti i momenti della vicenda  

Condividi
“Le autorità egiziane non mi informarono subito, la mattina del 3 febbraio, del ritrovamento del corpo di Giulio”. A parlare l'allora ambasciatore al Cairo Giulio Massari, durante l'audizione davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta sulla morte del ricercatore.
 
Non è solo questa la rivelazione fatta dal diplomatico. Massari infatti spiega, che seppe della morte del ricercatore italiano da "una sua fonte non istituzionale ma dall'American University del Cairo”
 
Dal momento della scomparsa- aggiunge Massari- "Io personalmente e tutta l'ambasciata al Cairo abbiamo profuso un grandissimo impegno, in raccordo con il governo”
 
Poi Massari ricorda i momenti in cui vide il corpo di Giulio che dice mostrava "segni evidenti di percosse, abrasioni e torture su tutto il corpo". Segni  che hanno "lasciato una traccia indelebile nella mia memoria".

Infine un pensiero alla famiglia "Voglio ribadire la mia vicinanza a genitori di Giulio che hanno dimostrato un coraggio e forza d'animo eccezionale. La sparizione di un promettente giovane ricercatore italiano è una perdita oltre che per la famiglia, per l'Italia, ma Regeni per il suo curriculum era anche un cittadino europeo e la sua tragica fine riguarda anche l'Europa". 
Condividi