SPORT

Le gare d'andata dei quarti di finale

Champions. Due colpi di CR7 al cuore di Ancelotti. Rimonta del Real in Baviera, 2-1

Bayern in vantaggio con Vidal, che a fine primo tempo sbaglia il rigore del raddoppio. Nella ripresa la riscossa dei madridisti col loro uomo più rappresentativo. Rosso a Javi Martinez sull'1-1. La squadra di Zidane ipoteca la semifinale. Nell'altra partita, il penalty di Griezmann fissa l'1-0 di Atletico Madrid-Leicester

Condividi
Due gol di Cristiano Ronaldo affondano a domicilio Carlo Ancelotti. Il Real vince in rimonta 2-1 all'Allianz Arena e di fatto ipoteca la semifinale di Champions. Grossa delusione per il tecnico italiano, che pure aveva visto i suoi chiudere in vantaggio il primo tempo e pure sbagliare un rigore. Genio e sregolatezza nelle due circostanze, Arturo Vidal. Nell'altro quarto della serata, successo di misura dell'Atletico Madrid sul Leicester. Al 'Vicente Calderon' decide il rigore di Griezmann.

All'Allianz Arena, Ancelotti deve fare a meno di Lewandowski. La punta è Mueller, davanti a Robben, Ribery e Vidal. Zidane davanti con i soliti tre, Bale-Benzema-Cristiano Ronaldo, e con qualche magagna in difesa: out sia Pepe, sia Varane, accanto a Ramos c'è Nacho. Tanto Bayern in avvio, il Real si vede poco ma può sempre far male: traversone di Kroos, girata di testa di Benzema, Neuer ci mette la mano e il palo fa il resto. Vidal si fa vedere molto con i suoi inserimenti, Ribery ispira tutte le azioni. Il gol arriva al 25': corner di Thiago Alcantara, perfetta scelta di tempo di Vidal che supera di testa Navas. Intenso il finale di frazione. Vidal, sempre di testa, fa correre un altro brivido a Navas che osserva il pallone sfilare alto. Ma il cileno l'occasionissima la ha proprio all'ultimo minuto. Tiro a girare di Ribery, con Carvajal che non riesce a togliere il braccio dalla traiettoria. Rizzoli indica il dischetto, Vidal calcia alto. Errore sanguinoso, perché dopo una manciata di secondi dall'avvio della ripresa il Real pareggia: Carvajal centra da destra, sublime girata volante del destro di Ronaldo, Neuer può solo guardare. 1-1 al 47'. Il Bayern si spegne. Neuer fa il prodigio sul colpo di testa ravvicinato di Bale. Martinez colleziona due gialli nel giro di qualche giro di lancetta e lascia i bavaresi in dieci al 61'. Il Real non si lancia all'assalto, ragiona. Spunto di CR7 per l'inserimento di Benzema, ancora immenso Neuer. Passa un solo minuto (77') e lo stesso Ronaldo piazza la zampata su cross di Asensio (subentrato a Bale), stavolta il portiere della Mannschaft non può nulla. Altra superoccasione per Marcelo, che incrocia troppo il diagonale. Sipario con il Real che fa girare palla nella trequarti bavarese, mentre Ancelotti osserva impotente.

Al 'Vicente Calderon', partenza in quarta per l'Atletico che al 4' viene fermato dal palo sul tiro da fuori di Koke. Leicester col solo Vardy di punta, Okazaki agisce a sostegno. Solito 4-4-2 di Simeone, Torres e Griezmann davanti, Carrasco e Koke sulle fasce. Inglesi a contenere, mentre sfilano le occasioni per Carrasco, Griezmann e Torres. Svolta al 28', quando Albrighton interviene scomposto su Griezmann e causa il rigore. Dal dischetto va lo stesso francese, che recapita nell'angolo basso a sinistra. L'atletico cala il ritmo, il Leicester prova a mettere il naso fuori senza costruire granché. Correa e Torres vanno di molto fuori bersaglio, la manovra dell'Atletico si fa involuta. La squadra di Shakespeare decide che è il caso di amministrare lo svantaggio minimo e tentare la sorpresa al 'King Power Stadium'.
Condividi