Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cina-cala-produzione-industriale-nel-mese-di-agosto-54088bd4-702c-497f-ae00-835167ba8848.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

A pesare è la guerra commerciale con gli Stati Uniti

Cina, cala la produzione industriale nel mese di agosto

"Difficile mantenere un tasso di crescita del Pil superiore al 6%", spiega il premier cinese

Condividi
Ad agosto rallenta la produzione industriale cinese. La crescita tendenziale, cioè rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, è stata del 4,4%. Si tratta della percentuale più bassa negli ultimi 17 anni, dal lontano 2002. Nel mese di luglio la crescita era invece stata del 4,8% con gli analisti che stimavano per il mese di agosto un ottimistico aumento del 5,8%.

A pesare sui risultati di agosto è la guerra commerciale con gli Stati Uniti. L'Istituto nazionale di statistica di Pechino ha anche rilevato la crescita delle vendite al dettaglio, il principale indicatore dei consumi delle famiglie, che crescono del 7,5% annuo ad agosto, in rallentamento dello 0,1% in base al 7,6% di luglio e contro il 7,9% atteso dagli analisti.

Nel mese di agosto invece le vendite di beni di consumo (escluse automobili) sono aumentate del 9,3% su base annua, in crescita dello 0,5% rispetto a quanto rilevato a luglio.

Il primo ministro cinese Li Keqiang ha spiegato all'agenzia di stampa Tass che "mantenere un tasso di crescita del Pil superiore al 6% è un compito piuttosto difficile per la Cina. Ma la nostra economia prosegue per un sviluppo regolare e sostenibile, nonostante le incertezze globali".
Condividi