Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cina-chip-per-infiltrarsi-nelle-societa-tecnologiche-americane-Apple-e-Amazon-c0af5309-3b32-4f34-b6ae-bf4a1c9e1f0f.html | rainews/live/ | true
MONDO

Lo riporta Bloomberg Businessweek

Media: "La Cina ha usato mini chip per infiltrarsi nelle società Usa". Apple e Amazon smentiscono

Apple e Amazon web service smentiscono seccamente le indiscrezioni

Condividi
La Cina avrebbe usato piccolissimi chip per infiltrarsi nelle società tecnologiche americane, incluse Apple e Amazon. Lo riporta Bloomberg Businessweek citando alcune fonti, secondo le quali grazie ai chip le spie cinesi sono riuscite a raggiungere circa 30 aziende americane. I chip sarebbero stati inserititi nelle schede madri durante il processo di produzione da esponenti dell'Esercito di liberazione nazionale cinese: l'obiettivo era quello di agire sul fronte della proprietà intellettuale e rubare segreti commerciali.

Apple e Amazon web service smentiscono seccamente le indiscrezioni di Bloomberg Businessweek. "Apple non ha mai rinvenuto chip maligni o manipolazioni dell'hardware nei suoi server. apple non ha mai contatto l'Fbi o altre agenzie riguardo simili incidenti. Non siamo a conoscenza di nessuna indagine dell'Fbi", affermano da Cupertino. Stessa reazione del colosso dell'e-commerce: "Amazon non ha rinvenuto alcuna prova che sostenga la presenza di chip maligni o modifiche dell'hardware".


Condividi