Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Cina-storica-decisione-Partito-comunista-addio-politica-figlio-unico-b00ecc79-0a91-4688-b10e-d266febf706b.html | rainews/live/ | true
MONDO

La riforma abolisce una disposizione in vigore dal 1979

Cina, storica decisione del Partito comunista: addio alla politica del figlio unico

Il Comitato Centrale del partito comunista cinese ha annunciato l'abolizione della legge che impedisce alle coppie di avere più di un figlio. Ciascuna famiglia potrà mettere al mondo sino a due bambini

Condividi
Pechino (Cina) Storica retromarcia del Partito comunista cinese che dopo anni di tentennamenti ha deciso di porre fine alla controversa 'politica del figlio unico' avviata nel 1979. Sarà così abolita la legge che impedisce alle coppie cinesi di avere più di un figlio e a ciascuna famiglia sarà consentito di mettere al mondo sino a due bambini. La notizia arriva dall'agenzia ufficiale Xinhua, che cita un documento diffuso dal quinto plenum del Comitato Centrale del Partito Comunista, che si conclude oggi.

La riforma è un ulteriore e significativo passo avanti nella distensione della politica demografica rigorosa cominciata nel 2013, quando venne ampliato i numero di eccezioni per cui una coppia poteva avere un secondo figlio.

La politica del figlio unico era stata adottata dal governo cinese come metodo di controllo demografico ma in realtà aveva creato una serie di squilibri dimostrandosi inadeguata a sostenere la nuova fase di sviluppo sociale ed economica del gigante asiatico.
Condividi