Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cinema-Detour-Padova-df3d3f88-50a3-4c8d-a7e9-950a9451758e.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Cinema, "Hope" vince il festival Detour a Padova

Un'immagine da "Hope", film vincitore
Condividi
La cerimonia di premiazione di domenica 19 ottobre 2014 al Cinema PORTOastra ha chiuso ufficialmente la terza edizione di Detour. Festival del Cinema di Viaggio.
 
La giuria del Festival, composta da Luca Bigazzi (Presidente), Lucia Mascino e Matteo Oleotto, ha assegnato tre premi ufficiali:
 
- Menzione speciale della giuria a El Rayo, di Fran Araújo e Ernesto de Nova, «un film che affronta con stile documentaristico una storia intima e sospesa, creando una riuscita commistione di finzione e accadimenti reali. Con pochissimi mezzi, i due registi realizzano un anomalo ma convincente road movie ottimamente girato e recitato».

- Premio speciale della giuria a Cherry Pie, di Lorenz Merz, «opera totale, dove il regista è anche sceneggiatore, montatore e direttore della fotografia, Cherry Pie racconta lo spaesamento e l'alienazione propri della società contemporanea frutto di rapporti sociali ed economici insostenibili. Un film ellittico che compie un atto di coraggio e fiducia nello spettatore, costringendolo a uno sforzo attivo nel processo di costruzione narrativa».

- Premio per il miglior film in concorso a Hope, di Boris Lojkine, «un film necessario che racconta con forza e sincerità il viaggio disperato di due giovani africani verso un futuro che sperano migliore. Ogni giorno centinaia e migliaia di esseri umani compiono questo tipo di viaggi, mettendo a rischio la propria vita avendo l'unica colpa di essere nati nel posto sbagliato».
 
Il premio del pubblico è stato invece assegnato a The Stone River di Giovanni Donfrancesco.
 
 
Condividi