Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cinema-al-via-il-67-Festival-di-San-Sebastian-95f243e5-b519-456a-93e3-da6641f2350b.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Spagna

San Sebastián, 17 film in corsa per la Conchiglia d'oro

Al via la 67a edizione del Festival internazionale. La rassegna si concluderà il 28 settembre

La sede del Festival di San Sebastián (Ansa)
Condividi
Con 17 film in concorso per la Conchiglia d'oro, prende il via oggi la 67a edizione del Festival internazionale di San Sebastián. Compongono la giuria il regista e produttore irlandese Neil Jordan (presidente), il produttore messicano Pablo Cruz, la svedese Lisabi Fridell, direttore della fotografia, l'attrice spagnola Bárbara Lennie, l'attrice argentina Mercedes Morán e il produttore israeliano Katriel Schory.

I premi da assegnare sono sei: oltre alla Conchiglia d'oro per il miglior film, saranno attribuite le conchiglie d'argento per il regista, l'attrice e l'attore, e i premi della giuria per la sceneggiatura e la fotografia.

Apre la gara l'americano "Blackbird", diretto da Roger Michell ("Notting Hill") e interpretato da Susan Sarandon e Kate Winslet. Il film, remake del danese "Silent Heart" di Bille August, affronta il tema del fine vita. Tra gli altri lungometraggi, spicca lo spagnolo "Mientras dure la guerra", di Alejandro Amenábar (Oscar nel 2005 per "Mare dentro"), con al centro la figura dello scrittore Miguel de Unamuno davanti al dramma della guerra civile.

Due anni dopo aver vinto la Conchiglia d'oro con "The Disaster Artist", torna in corsa a San Sebastián il regista americano James Franco con "Zeroville", dal romanzo di Steve Erickson, mentre per la Francia è in lizza "Thalasso", di Guillaume Nicloux, con la "strana coppia" formata da Gérard Depardieu e lo scrittore Michel Houellebecq.

Co-prodotto dall'americano Darren Aronofsky, batte bandiera brasiliana "Pacificado", ambientato nelle favelas di Rio e diretto da Paxton Winters. Nutrita la presenza di registe, 6 su 17, tra cui la polacca Małgorzata Szumowska - già Orso d'argento a Berlino 2018 per "Twarz (Mug)" - con "The other lamb", la francese Alice Winocour con "Proxima", interpretato da Eva Green e Matt Dillon, e la canadese Louise Archambault con "Il pleuvait des oiseaux", dall'omonimo romanzo di Jocelyne Saucier.

Per l'elenco completo dei film vedi il sito del Festival.

In programma anche numerose altre sezioni, tra cui le competitive "New Directors" per i registi esordienti e "Horizontes latinos" per le produzioni latinoamericane. Premi alla carriera all'attrice Penélope Cruz, al regista Costa Gavras e all'attore Donald Sutherland.

La rassegna si concluderà sabato 28 settembre.
Condividi