SPETTACOLO

Svizzera

Cinema, il Locarno Festival entra nel vivo con la corsa al Pardo d'Oro

La rassegna ticinese si concluderà il 12 agosto

Piazza Grande a Locarno, cuore del festival
Condividi
Con il film francese fuori concorso "Demain et tous les autres jours", ieri sera in Piazza Grande ha preso ufficialmente il via il Locarno Festival, rassegna giunta alla 70a edizione, diretta da Carlo Chatrian.

Il film, diretto e interpretato da Noémie Lvovsky, è incentrato sul rapporto madre-figlia. In cartellone, fino al prossimo 12 agosto, circa 250 film, divisi in 12 sezioni.

Nel concorso internazionale gareggiano per il Pardo d'Oro in 18, tra cui l'italiano "Gli asteroidi", opera prima di Germano Maccioni. Si parte con "Winter Brothers", diretto dall'islandese Hlynur Pálmason, e "Freedom", per la regia del tedesco Jan Speckenbach.

Nella sezione "Cineasti del presente", i primi film in programma sono "Scary Mother", diretto dalla georgiana Ana Urushadze, e lo statunitense "Beach Rats", con la regia di Eliza Hittman. Al via anche le altre sezioni, dai cortometraggi alla retrospettiva, dedicata al regista e attore francese Jacques Tourneur. In Piazza, omaggio all'attrice Nastassja Kinski e proiezione di "Lola pater", con Fanny Ardant.
Condividi