Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cinema-premio-Mario-Verdone-resi-noti-i-finalisti-672cf60c-d26c-4089-b081-232874d9e16e.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

La X edizione

Cinema: premio Mario Verdone, resi noti i 12 finalisti

Il riconoscimento assegnato durante il Festival del Cinema Europeo di Lecce, in programma dall'8 al 13 aprile 2019

Mario Verdone (FCE Lecce)
Condividi
Doppio anniversario quest’anno per il Festival del Cinema Europeo di Lecce (8-13 aprile 2019) diretto da Alberto La Monica. Venti edizioni all’insegna di una costante crescita sia di pubblico sia di critica e dieci anni del Premio Mario Verdone di cui si annunciano i 12 autori in concorso.

Sono Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti, Andrea Mazzarella, Davide Rossi per "Si muore tutti Democristiani"; Alessandro Capitani per "In viaggio con Adele"; Ciro D'Emilio per "Un giorno all’improvviso"; Damiano e Fabio D'Innocenzo per "La terra dell’abbastanza"; Margherita Ferri per "Zen sul ghiaccio sottile"; Letizia Lamartire per "Saremo giovani e bellissimi"; Matteo Martinez per "Tonno spiaggiato"; Francesca Mazzoleni per "Succede"; Daniele Misischia per "The End? L’inferno fuori"; Fulvio Risuleo per "Guarda in alto"; Antonio Pisu per "Nobili bugie" ed Emanuele Scaringi per "La profezia dell’Armadillo": gli autori dei film concorreranno alla X edizione del Premio Mario Verdone consegnato dai fratelli Carlo, Luca e Silvia Verdone durante il Festival.

Il Premio dedicato a Mario Verdone, istituito da dieci anni dal Festival del Cinema Europeo di Lecce in collaborazione con il Csc e il Sngci e in accordo con la famiglia Verdone, è rivolto a giovani autori italiani che si siano particolarmente contraddistinti nell'ultima stagione cinematografica per la propria opera prima.

“Il Festival del Cinema Europeo a Lecce - sottolineano i fratelli Verdone - si sta imponendo, anno dopo anno, come un appuntamento di consolidata qualità per quel che riguarda un’ampia visione non solo del nuovo cinema italiano, ma anche di autori stranieri che vi partecipano sempre più numerosi. All’interno del Festival acquista sempre più prestigio il Premio Mario Verdone che, giungendo alla sua decima edizione, continua a mantenere, con rigore, scelte di assoluta qualità riguardanti i nuovi autori del cinema italiano. Quest’anno saranno ben dodici le pellicole da esaminare e il compito di noi fratelli Verdone non sarà affatto semplice. Cercheremo con grande attenzione di giungere ad una terna meritevole. L’abbondanza di ottime pellicole spesso sfuggite al grande pubblico, renderà il nostro compito assai delicato e probabilmente tormentato. Abbiamo spesso anticipato nel giudizio le scelte dei David di Donatello e questo deve far comprendere con quanta passione e sensibilità svolgiamo questo compito nel ricordo di nostro padre Mario Verdone”.

Le precedenti edizioni sono state vinte da: Susanna Nicchiarelli per "Cosmonauta", Aureliano Amadei per "20 sigarette", Andrea Segre per "Io sono Li", Claudio Giovannesi per "Alì ha gli occhi azzurri", Matteo Oleotto per "Zoran, il mio nipote scemo", Sebastiano Riso per "Più buio di mezzanotte", Duccio Chiarini per "Short skin", da Marco Danieli per "La ragazza del mondo" e, l'anno scorso, da Roberto De Paolis per "Cuori puri".
Condividi