SCIENZA

Bollettino degli Scienziati Atomici

Clima e Trump: L' 'Orologio Apocalisse' più vicino alla mezzanotte

Gli scienziati nucleari hanno spostato le lancette di 30 secondi in avanti: "La fine del mondo è più vicina" 

Condividi
Il mondo è più vicino all'Apocalisse nucleare di un anno fa. Citando esplicitamente la presidenza di Donald Trump e la minaccia degli hacker russi, gli scienziati atomici che mantengono il 'Doomsday Clock' hanno spostato le lancette della catastrofe globale di 30 secondi, ad appena due minuti e mezzo dalla mezzanotte.

L'annuncio della nuova valutazione è stato dato a Washington dal Bollettino degli Scienziati Atomici, un gruppo di esperti fondato nel 1945 che prende in considerazione un complesso di minacce, dalla probabilità di una guerra nucleare al cambiamento climatico e l'avanzamento delle biotecnologie e dell'intelligenza artificiale.

"Il clima globale attuale chiede risposte politiche decise e ponderate. E' più importante che mai che i leader del mondo mantengano la calma anziché agitare tensioni che possono portare a una guerra, vuoi per un incidente che per calcoli sbagliati", ha detto la direttrice esecutiva dell'organizzazione Rachel Bronson. Gli scienziati hanno definito "sconsiderati" i commenti di Trump agli arsenali nucleari americani, esprimendo preoccupazione per il disprezzo del nuovo capo della Casa Bianca per l'opinione degli esperti in materia di sicurezza internazionale. Ugualmente negativo è stato il giudizio sulle nomine di Trump ai vertici delle agenzie dell'Ambiente, con la scelta di persone che "mettono in dubbio i principi di base delle scienze del clima". Sempre secondo gli scienziati, "in breve, anche se si è appena insediato, le affermazioni intemperanti del presidente, la sua mancata apertura al parere degli esperti e le nomine di personaggi dalle dubbie credenziali hanno già creato una cattiva situazione internazionale".

Il Doomsday Clock (Orologio dell'apocalisse) è stato ideato dell'Università di Chicago nel 1947. A manovrarlo sono gli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists, tra cui quindici premi Nobel. La mezzanotte segna la fine del mondo. Ogni volta che la lancetta dei minuti si avvicina alla fatidica ora 'X', l'apocalisse diventa più concreta. L'orologio fu impostato per la prima volta a 7 minuti dalla mezzanotte, dopo i bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki.

La massima vicinanza alla mezzanotte (2 minuti) è stata raggiunta nel 1953, dopo i test di armi termonucleari da parte di Usa e Urss, e mantenuta fino al 1960. La massima distanza dalla fine del mondo è stata di 17 minuti, nel 1991, quando finì la guerra fredda e Russia e Stati Uniti cominciarono a ridurre gli arsenali nucleari. Nel 2015 l'orologio era stato spostato da cinque a tre minuti dalla mezzanotte, mentre l'anno scorso era rimasto immutato.

l Bulletin of the Atomic Scientists fu fondato dagli scienziati dell'Università di Chicago che parteciparono allo sviluppo delle prime bombe atomiche con il Progetto Manhattan.
Condividi