Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Commissione-esteri-Sisi-vuole-colpevole-chi-ha-torturato-e-ucciso-Regeni-05ebada3-78bf-462f-b8d0-7c10c1fca9e3.html | rainews/live/ | true
MONDO

Commissione esteri Egitto: presidente Sisi vuole scoprire chi ha torturato e ucciso Giulio Regeni

Condividi
Il vicepresidente della Commissione esteri del parlamento egiziano, Tarek El Khouly, ha sostenuto che il presidente Abdel Fattah Al Sisi vuole scoprire chi ha torturato e ucciso Giulio Regeni e c'è un "ordine" in questo senso impartito al procuratore generale Nabil Ahmed Sadeq. "Penso ci sia un ordine della dirigenza politica egiziana, del presidente in persona, indirizzato al Procuratore generale, di scoprire l'autore dell'uccisione di Regeni, chiunque egli sia", ha detto il deputato in una dichiarazione all'ANSA.  

"Penso che, in qualsiasi posto del mondo, errori vengono commessi da apparati di sicurezza. Forse è un crimine riguardante un apparato di sicurezza egiziano o forse no", ha detto il vicepresidente della Commissione esteri senza volersi sbilanciare. "Il caso Regeni è stato sfruttato in maniera politica sia in Italia che in Egitto", ha detto fra l'altro Khouly, che è stato presidente del Comitato dei giovani nella campagna elettorale 2014 a sostegno di Sisi.

"Per preservare le relazioni egitto-italiane e fermare lo sfruttamento politico da parte dei partiti qui o là, bisogna separare il percorso delle relazioni egitto-italiane da quello dell'inchiesta sul caso Regeni", ha detto inoltre Khouly. "Il corso dell'inchiesta comunque non si fermerà", ha assicurato il deputato di 31 anni con un passato di dirigente o fondatore di movimenti giovanili contro il regime di Hosni Mubarak e la presidenza dei Fratelli musulmani. 
Condividi