Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Comunali-ecco-come-si-vota-39e0c212-3d43-4f82-8939-bf5119e13eb1.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Amministrative 2015

Comunali, ecco come si vota

Nei comuni sopra ai 15 mila abitanti il cittadino può effettuare il voto disgiunto, tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata, ed è previsto il ballottaggio nel caso in cui nessuno superi il 50 per cento più uno

Condividi
Ecco tutte le informazioni neccessarie per votare. Nei comuni sopra ai 15 mila abitanti il cittadino può effettuare il voto disgiunto, tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata, ed è previsto il ballottaggio nel caso in cui nessuno superi il 50 per cento più uno.

Comuni inferiori ai 15 mila abitanti
Nei comuni fino a 15 mila abitanti si vota con una sola scheda per eleggere sia il sindaco che i consiglieri comunali. Ciascun candidato a sindaco sarà affiancato dalla lista elettorale che lo appoggia, composta dai candidati alla carica di consigliere. Il voto per il Sindaco e quello per il Consiglio sono uniti: votare per un candidato Sindaco significa dare una preferenza alla lista che lo appoggia.

Comuni con più di 15 mila abitanti
Nei comuni con più di 15 mila abitanti si vota sempre con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

Il cittadino può:
- tracciare un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato sindaco da quest'ultima appoggiato;
- tracciare un segno sul simbolo di una lista, eventualmente indicando anche la preferenza per uno dei candidati alla carica di consigliere appartenenti alla stessa lista, e tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata: così facendo si ottiene il cosiddetto "voto disgiunto";
- tracciare un segno solo sul nome del sindaco, votando così solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste a quest'ultimo collegate.

È eletto sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50 per cento più uno). In caso contrario si va al ballottaggio e si torna dunqe a votare la seconda domenica successiva.
Condividi