POLITICA

'In 10 giorni nessun contatto da Grillo e suo staff'

M5S. Comunarie Genova, Cassimatis ricorre al Tribunale per reintegro lista

Cassimatis aveva già depositato querela per diffamazione nei confronti di Grillo e Di Battista per averle attribuito comportamenti scorretti 

Condividi
"Chiediamo la sospensiva del voto su base nazionale e il reintegro della nostra lista". Lo ha dichiarato Marika Cassimatis, la vincitrice delle comunarie  per il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle a Genova "scomunicata" da Beppe Grillo pochi giorni dopo la votazione online.

Nei prossimi giorni verrà dunque depositato un ricorso al Tribunale civile per impugnare sia "la votazione su scala nazionale contraria al regolamento interno per le amministrative" con cui Grillo aveva chiesto agli attivisti di confermare la candidatura di Luca Pirondini dopo la scelta di escludere Cassimatis, sia la decisione di togliere il simbolo del Movimento 5 Stelle alla lista.

"Chiediamo pubbliche scuse ma in 10 giorni non abbiamo ricevuto nessun contatto da Beppe Grillo né dal suo staff", ha aggiunto Cassimatis durante la prima conferenza stampa convocata dopo la "scomunica" da parte del leader del movimento. Cassimatis ha infine confermato di aver già presentato querela per diffamazione contro Beppe Grillo e Alessandro Di Battista.
Condividi