Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Concussione-e-reati-sessuali-arresto-presidente-della-Caritas-di-Trapani-97c02097-82d7-44ce-bea0-f5bc486f911e.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Prelevati i suoi computer da casa

Concussione e reati sessuali, arrestato il presidente della Caritas di Trapani

Il presidente della Caritas di Trapani, don Sergio Librizzi è stato arrestato dalla sezione polizia giudiziaria della forestale. L'arresto è legato alla gestione dei migranti che vengono trasferiti in vari centri dopo essere stati soccorsi sui barconi nel canale di Sicilia. Una decina gli abusi a danno di maggiorenni extracomunitari: il sacerdote avrebbe utilizzato i suoi "poteri" per estorcere favori sessuali in cambio, ad esempio, del rilascio di documenti

Immagine di repertorio
Condividi
Trapani

Don Sergio Librizzi, il presidente della Caritas di Trapani, è stato arrestato dalla sezione polizia giudiziaria della forestale con l'accusa di concussione e reati sessuali. Il presidente della Caritas è stato fermato nella canonica della parrocchia di San Pietro a Trapani di cui è titolare. L'arresto è legato alla gestione dei migranti che vengono trasferiti in vari centri dopo essere stati soccorsi sui barconi nel canale di Sicilia.

Procuratore Trapani: “Forse qualcuno era a conoscenza”

"Forse qualcuno era a conoscenza di quello che stava accadendo e avrebbe potuto parlare prima. Già stiamo accertando se sia o meno così". Così il procuratore di Trapani Marcello Viola in merito all'arresto di Don Sergio Librizzi, accusato di abuso sessuale e concussione. Al momento sarebbero una decina gli abusi a danno di maggiorenni extracomunitari con cui il sacerdote sarebbe venuto a contatto in virtù della sua posizione. Don Librizzi avrebbe utilizzato i suoi "poteri" per estorcere favori sessuali in cambio, ad esempio, del rilascio di documenti. Un filone d'indagine intrecciato in cui i magistrati si sono avvalsi sia delle dichiarazioni delle vittime sia di intercettazioni. Ancora al vaglio della procura il possibile coinvolgimento anche di minorenni. Don Librizzi è stato fermato dagli agenti di polizia giudiziaria del corpo forestale mentre si accingeva a dire messa nella chiesa di San Pietro. Gli agenti hanno sequestrato nella sua abitazione computer, materiale informatico e anche una somma di circa cinquemila euro. "Non c'è alcun nesso fra il denaro sequestrato e le violenze sessuali" precisa il procuratore Viola, sottolineando come "nessuna perquisizione è stata fatta all'interno della chiesa". Le indagini sono condotte dal procuratore Marcello Viola e dai sostituti Paolo Di Sciuva, Andrea Tarondo e Sara Morri.

Condividi