Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Conte-taglio-pensioni-d-oro-misura-per-equita-sociale-a94526cf-dbaa-48db-b6b6-eb2b3d2d2b2d.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

L'incontro con i sindacati

Conte: taglio pensioni d'oro misura di equità sociale

L'appuntamento a Palazzo Chigi. Conte dice ai sindacati: "Terremo conto delle vostre sollecitazioni". Cgil: "Nessun impegno, c'è una generica dichiarazione di attenzione"

Condividi
Un incontro fatto per "ascoltare". Così il premier Giuseppe Conte aveva presentato l'appuntamento di oggi a Palazzo Chigi con i sindacati. E che sia stato per lo più un incontro interlocutorio lo ha confermato anche Susanna Camusso, leader della Cgil, che ha parlato di "generica dichiarazione di attenzione ma nessun impegno". Anche se da parte sua il premier ha garantito: "Terremo conto delle vostre sollecitazioni".

Ad esempio le pensioni d'oro. Conte ha dichiarato: "Vogliamo intervenire sulle pensioni d'oro, farlo è una misura di equità sociale" e ha anche ricordato che l'obiettivo del governo è ottenere un sistema delle pensioni equilibrato che non penalizzi. Poi il "patto fiscale con i cittadini" che il premier ha definito "una vera alleanza" promettendo una stretta sull'evasione. "Insistere sul piano del rigore è a beneficio della collettività".

E dopo le pensioni l'altra carta giocata dal governo nella manovra economica. "Il reddito di cittadinanza è una riforma che mi rende orgoglioso di essere presidente del Consiglio, una misura  fondamentale di politica sociale". Conte, infine, nel ribadire che l'interlocuzione con i sindacati avverrà periodicamente, ha annunciato che  incontrerà anche le altre sigle sindacali oggi non presenti al tavolo, per avere un quadro il più possibile  completo.

Cgil: premier ci ha ascoltati ma nessuna risposta nel merito
"Il presidente del Consiglio ha ascoltato quello che gli hanno detto le organizzazioni sindacali, ma non abbiamo avuto risposte di merito rispetto alle nostre rivendicazioni". Così la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso,ha commentato l'incontro tra il premier Giuseppe Conte e i sindacati. "Noi abbiamo risollecitato che ci siano momenti di confronto e discussione, anche sui temi specifici più importanti, come investimenti, sanità, fisco pensioni, reddito di cittadinanza, strumenti per il lavoro. Conte ha detto di aver recepito e che procederà ad altri incontri e approfondimenti, ma non siamo siamo di fronte a impegni, c'è una generica dichiarazione di attenzione", ha aggiunto Camusso, che alla domanda se ci sia gia' una data per il prossimo incontro, ha risposto: "Non c'e' una data e questo e' uno degli elementi di preoccupazione. Si e' parlato dei prossimi mesi, ma la legge di bilancio si discute oggi. Quello di oggi e' un primo incontro che di contenuti ne ha avuti pochi, con impegni che siamo pronti a verificare, ma prima di parlare di svolta vorrei degli elementi di merito".

Cisl: ok quota 100 ma risposta parziale
"Quota 100 piace molto ai lavoratori come possibilità in più" per andare in pensione, "ma è ovvio che è una risposta parziale, perché bisogna costruire una pensione di garanzia per i giovani ed attivare un segnale chiaro alle donne, riconoscendo un anno di contributi per ogni figlio. La maternità è un bene comune per il Paese". Lo ha ribadito la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel corso dell'incontro a Palazzo Chigi dei sindacati con il premier Giuseppe Conte, a proposito della manovra ed in particolare del tema previdenza, cui cui c'è una piattaforma unitaria di Cgil,Cisl e Uil.

Uil: bene discontinuità governo su austerity
"Apprezziamo la discontinuità rispetto all'austerità. Ora però servono gli investimenti per le infrastrutture, la riduzione delle tasse per i lavoratori e i pensionati, un piano straordinario per il Mezzogiorno". Lo ha affermato il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, al tavolo con il premier Giuseppe Conte insieme agli altri sindacati. Sulla previdenza, "quota 100 va bene se è un punto di partenza - ha ribadito il numero uno della Uil - mentre è indispensabile attivare subito le commissioni per la separazione tra previdenza e assistenza e sulla individuazione di altri lavori gravosi. Bisogna, poi, rinnovare i contratti nel pubblico impiego".

Ugl: serve rilancio investimenti
"Abbiamo ribadito l'importanza di una serie di misure per il rilancio degli investimenti e la ripresa delle opere pubbliche, con un 'Piano Marshall' anche per gli interventi minori come scuole e assetto idrogeologico". Lo ha ribadito il segretario generale dell'Ugl, Paolo Capone. Per Capone "la priorità è comunque creare posti di lavoro agevolando il ricambio generazionale nel pubblico impiego e nel privato, con soluzioni idonee a favorire un pensionamento anticipato rispetto alla riforma Fornero che ha irrigidito il mercato del lavoro a scapito, soprattutto, delle giovani generazioni".

Stasera incontro Conte-Tria
Gli investimenti al centro stasera di una riunione tecnica a Palazzo Chigi. Intorno alle 21 ha avuto inizio un incontro a cui prendono parte il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro dell'Economia, Giovanni Tria. E' stata invece annullata la successiva una riunione tecnica per fare il punto sulle modifiche che il governo e la maggioranza dovranno apportare alla manovra nel passaggio parlamentare al Senato, anche alla luce degli sviluppi nella trattativa con la Commissione europea.
Condividi