16enne uccisa, reo rischia linciaccio

Condividi
01.44 Ha rischiato il linciaggio il 17enne reo confesso dell'omicidio della 16enne Noemi Durini all'uscita dalla stazione carabinieri di Specchia (Lecce) dove è stato ascoltato per molte ore. Ad attenderlo c'erano oltre un migliaio di persone, soprattutto giovani. Il 17 enne, nei confronti del quale da oggi c'è un provvedimento di fermo con l'accusa di omicidio volontario,col cappuccio della felpa sulla testa,ha sorriso, sfidando la gente e provocando la reazione dei presenti che hanno tentato di raggiungerlo e di aggredirlo.
Condividi