Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ContentItem-59afa11c-28c0-4533-9ad9-c5f57460870a.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Nuove rivelazioni: molto più di 3 milioni sborsati nel 2008

Lavitola: "Pagammo 8 milioni per far cadere Prodi"

L'ex direttore dell'Avanti avrebbe confidato dei nuovi particolari sulla caduta del governo di centrosinistra parlando durante i domiciliari con un giornalista spagnolo 

Valter Lavitola
Condividi
Roma Sarebbero stati non tre ma otto i milioni di euro pagati per l'operazione per far cadere il governo Prodi. Questo il contenuto delle rivelazioni fatte da Valter Lavitola a un giornalista spagnolo, Joan Boladeres. Lavitola è tornato in carcere dopo che, secondo la Procura di Napoli, ha violato gli arresti domiciliari. Ma nella sua permanenza in casa, Lavitola, secondo gli inquirenti, ha incontrato Boladeres, il quale ha riferito dettagliatamente ai magistrati il colloquio con il faccendiere. 

La rivelazione durante i domiciliari
Secondo il memoriale che Boladeres ha consegnato agli inquirenti, Lavitola ha continuato a gestire i propri affari, nonostante i domiciliari, e al giornalista spagnolo avrebbe raccontato un elemento inedito sulla caduta del governo Prodi e sui tre milioni che Sergio De Gregorio avrebbe ricevuto da parte di Silvio Berlusconi: "Non sono 3 milioni", ha detto Lavitola a Boladeres. "Pagammo 8 milioni per buttare fuori 'Mortadella'".
Condividi