Scambio provette,muore: medici giudizio

Condividi
12.58 Scambiarono le provette di sangue per un caso di omonimia: l'errore provocò la morte di un bellunese 76enne, ricoverato per una lombosciatalgia. Con questa imputazione 4 medici dell'ospedale di Pieve di Cadore sono a processo per omicidio colposo. "Un medico mi disse che c'era stato uno scambio di prelievi-riferisce il dirigente medico dell'ex Usl 1, Zanella- ho ritenuto di segnalarlo all'autorità giudiziaria".Il caso avvenne nel maggio 2014. Il paziente,un mese dopo il ricovero, morì per cure errate.
Condividi