Rapporto Amnesty: 2015, "anno buio"

Condividi
01.07 Il 2015 è stato un "anno buio" per i diritti umani, "il peggiore dai primi anni 90". Lo sostiene Amnesty International, presentando il rapporto 20152016. Esprimendo solidarietà a Medici senza Frontiere e alla famiglia di Giulio Regeni,Amnesty ha ricordato che nel 2015 sono stati "uccisi 156 difensori di diritti umani" nel mondo. Sul terrorismo,Amnesty ha ricordato che "il 94% delle vittime degli attacchi è musulmano". E si è detta "preoccupata" per come l'Italia ha esportato "bombe e sistemi militari in Arabia Saudita".
Condividi