Anche Save the Children ferma soccorsi

Condividi
15.02 Dopo Msf e Sea Eye,anche Save the Children sospende "temporaneamente" i soccorsi nel Mediterraneo con la nave Vos Hestia, che si trova ora a Malta. E' una conseguenza,spiegano, "delle decisioni della Marina libica di controllare le acque internazionali in cui normalmente opera la nostra nave". Una situazione "preoccupante per la sicurezza dello staff e per la reale capacità di attuare i soccorsi". Le barche dei migranti "saranno costrette a tornare in Libia e molti bambini moriranno prima di lasciare la nuova zona Sar".
Condividi