Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Copasir-accordo-nel-centrodestra-Volpi-candidato-alla-presidenza-cf64423f-c756-4210-82cb-ceb7dfeb89db.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Oggi l'elezione

Copasir, accordo nel centrodestra: Volpi candidato alla presidenza

Trovato l'accordo sulla candidatura unitaria di Raffaele Volpi, ex sottosegretario alla Difesa e deputato leghista

Condividi
Alla vigilia dell'elezione del presidente del Copasir, fissata per oggi alle ore 14, il centrodestra ha trovato ieri l'accordo sulla candidatura unitaria di Raffaele Volpi, ex sottosegretario alla Difesa e deputato leghista entrato a fare parte dell'organismo al posto del capogruppo alla Camera del Carroccio, Riccardo Molinari. L'intesa è arrivata al termine di un vertice tra il segretario della Lega Matteo Salvini e il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni e contattato telefonicamente il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.   

Soddisfatto Salvini: "C'è l'accordo", il presidente "lo indica la Lega", ma soddisfazione è stata espressa anche dalle altre forze politiche."Alla fine la cosa che, almeno Giorgia Meloni, ha ritenuto più importante di tutte è che il centrodestra uscisse compatto con un solo nome. In conseguenza di ciò abbiamo trovato un'intesa che va bene a tutti", ha commentato Ignazio La Russa.

Il leghista Volpi ha avuto la meglio sul candidato di Fdi, Adolfo Urso, e su quello di Fi, Elio Vito. E così il centrodestra si è ricompattato dopo una lunga giornata che, sulla trattativa per la presidenza del Copasir, non era certo iniziata nel migliore dei modi.  "Mi rifiuto di credere che Salvini e la Lega in generale, dopo quanto è successo, possano accordarsi con M5S sulla presidenza del Copasir, a maggior ragione visto che si tratta di un ruolo che spetta  all'opposizione e noi abbiamo rifiutato ogni possibile intesa con  forze di maggioranza", aveva tuonato Ignazio La Russa (Fdi) paventando l'ipotesi di un accordo tra Lega e M5s sul vertice del Comitato,  bypassando l'impasse nel centrodestra ma rompendo di fatto con gli alleati.
Condividi