Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Corea-del-Nord-gli-USA-muovono-3-portaerei-se-usano-armi-nucleari-risposta-militare-massiccia-f84521ba-8fe1-4ce7-82b0-355d489d19db.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Lo scacchiere asiatico

Corea del Nord, gli USA muovono 3 portaerei: "Se usano armi nucleari risposta militare massiccia"

"Pyongyang non si sbagli: qualsiasi attacco contro gli Stati Uniti o contro i nostri alleati andrà sconfitto", ha detto il ministro della Difesa John Mattis, che e' a Seul, per preparare l'arrivo di Donald Trump

Condividi
Se la Corea del Nord utilizza un'arma nucleare, avrrà "una risposta militare massiccia": questo l'avvertimento lanciato dal segretario ella Difesa americana, James Mattis. "Non si sbaglino: qualsiasi attacco contro gli Stati Uniti o contro i nostri alleati andrà sconfitto", ha detto Mattis, che e' a Seul, per preparare l'arrivo del presidente americano, Donald Trump. "Qualsiasi utilizzo di un'arma nucleare da parte del Nord ricevera' una risposta militare massiccia, efficace e travolgente".

Portaerei nel Pacifico
Parole che arrivano prima del Presidente Trump e dopo le grandi manovre navali.  Il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha reso noto il dispiegamento nell'Oceano Pacifico di tre portaerei. "La manovra non è rivolta contro una minaccia in particolare, ma è una dimostrazione del fatto che possiamo fare qualcosa che nessuno oltre a noi può fare", ha affermato una portavoce del Pentagono, Dana White, in conferenza stampa a Washington. Secondo un comunicato dell'esercito, si tratta delle portaerei Uss Nimitz, Uss Reagan e Uss Theodore Roosevelt, scortate ciascuno dai rispettivi gruppi di combattimento. Il presidente americano, Donald Trump, partirà  a breve per un tour in Asia.   

La manovra potrebbe essere interpretata come una dichiarazione di forza nei confronti della Corea del Nord, i cui recenti test con armi nucleari hanno generato grande preoccupazione nella zone e causato condanna internazionale, che ha spinto il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ad approvare nuove sanzioni. "Non darei una lettura oltre quella che si tratti di un'opportunità  per far agire tre gruppi di portaerei assieme", ha affermato il generale Kenneth McKenzie, direttore del Comando di stato maggiore statunitense.  



La prima volta in 10 anni
E' la prima volta che gli Usa realizzano un'operazione con tre portaerei dal 2007, ha puntualizzato l'esercito, sottolineando che questo tipo di manovra "non si organizza in una notte" e negando che esso derivi dalla tensione con la Corea del Nord. McKenzie ha però ammesso che il dispiegamento avrà "un effetto tranquillizzante significativo" per gli alleati nella regione. In questi giorni il capo di Stato maggiore congiunto, il generale Joseph Dunford, è in Corea del Sud, dove ha voluto esprimere "l'impegno" degli Stati Uniti verso gli alleati.  
Condividi