MONDO

Il 13esimo dal veto ONU

Corea del Nord, la sfida di Kim è un nuovo test missilistico: lanciati tre razzi, due falliscono

Donald Trump - ha detto la Casa Bianca - è stato informato sul lancio che avviene mentre le forze militari statunitensi e sudcoreane stanno svolgendo le loro esercitazioni congiunte. I vertiici militari sudcoreani ed Usa stanno compiendo ulteriori analisi sulla natura del missile

Condividi
E' il 13esimo test missilistico della Corea del Nord vietato dalle sanzioni ONU. Pyongyang ha lanciato infatti altri tre missili, due dei quali hanno fallito mentre il terzo è esploso subito dopo il lancio.

Missili non ICBM
Dall'US Pacific Command assicurano che non ci sono state minacce concrete per l'America o per la base di Guam: il primo e il terzo missile - hanno fatto sapere - non "avrebbero completato la traiettoria" mentre il secondo "sembra essere esploso quasi immediatamente. Secondo Seul, i missili sono caduti dopo 250 km nel Mare del Giappone. Non sarebbero, sembra, i potentissimi missili balistici intercontinentali a lungo raggio ICBM. I lanci sono avvenuti nell'arco di 30 minuti e sono stati sparati dal poligono della provincia orientale di Gangwon.



La reazione USA: esercitazioni congiunte
Donald Trump - ha detto la Casa Bianca - è stato informato sul lancio che avviene mentre le forze militari statunitensi e sudcoreane stanno svolgendo le loro esercitazioni congiunte. I vertiici militari sudcoreani ed Usa stanno compiendo ulteriori analisi sulla natura del missile.   
Condividi