Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Crisi-greca-Atene-pronta-ad-un-compromesso-Tsipras-Accordo-sostenibile-o-niente-01214a19-6cfb-420a-88a7-0208010372c4.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Trattative in corso

Crisi greca, Juncker: "Da Grexit conseguenze devastanti". Tsipras: "Accordo sostenibile o niente"

Il premier ellenico: Atene pronta ad accettare un "compromesso difficile" che preveda nuove concessioni; Juncker: "Grexit conseguenze devastanti"

Condividi
Le trattative tra Grecia e creditori questo weekend sono "l'ultimo tentativo" del presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, per arrivare ad un accordo. Lo riferisce Bloomberg, citando una fonte Ue, secondo cui il Presidente della Commissione vuole chiudere la vicenda "prima della riapertura dei mercati" lunedì.

L'uscita della Grecia dall'euro avrebbe "conseguenze devastanti" e il premier greco Tsipras "ne è consapevole". Lo ha detto il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, a Lussemburgo, riferisce l'agenzia Dpa. Ha aggiunto che "le trattative proseguiranno ad un più alto livello tecnico" domani, dopo l'incontro di oggi.

Per arrivare ad un accordo Atene è pronta ad accettare un "compromesso difficile". Lo sa sapere il premier greco Alexis Tsipras: "Se arriviamo ad un accordo sostenibile, anche alla luce di un compromesso difficile, noi ne sopporteremo il peso" perché "il nostro obiettivo è uscire dalla crisi e dal memorandum di servitù", dice il leader greco. "Ma se l'Europa vuole ancora divisioni e il proseguimento della servitù - avverte -  noi rifiuteremo".

Il leader ellenico ha poi aggiunto che il governo non convocherà elezioni o un referendum sui negoziati con i creditori internazionali e si assumerà ogni decisione.

Varoufakis, costi Grexit almeno 1.000 mld euro per Europa
Il costo di una eventuale uscita della Grecia dall'euro "sarebbe almeno di 1.000 miliardi di euro" per l'Europa, ha detto il ministro delle finanze greco, Yanis Varoufakis, in una intervista al sito greco Real News.

Juncker: "Grexit conseguenze devastanti"
Di Grexit ha parlato il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, a Lussemburgo. Questa - ha detto - "avrebbe conseguenze devastanti" e il premier greco Tsipras "ne è consapevole". Ha aggiunto che "le trattative proseguiranno ad un più alto livello tecnico" domani, dopo l'incontro di oggi. La crisi greca continua, quindi, a tenere banco in vista dell'Eurogruppo di giovedì prossimo.

L'intesa
L'accordo è davvero vicino, hanno fatto sapere ieri fonti greche. La Grecia raggiungerà presto un accordo con i creditori, ha detto il viceministro alle Finanze, Mardas, in un'intervista a Skai Tv. Ma le rassicurazioni elleniche non convincono i mercati che ieri hanno chiuso in perdita.

Nella capitale belga no c'erano né Tsipras né Varoufakis, ma il vice premier greco Yiannis Dragasakis, a capo della delegazione che incontrerà rappresentanti della Commissione europea.

Il ministro Varoufakis intervistato dalla Bbc ha affermato, a chi gli chiedeva se era possibile una Grexit, di non credere che "nessun burocrate o politico in Europa possa seguire questa strada. Merkel - ha aggiunto - neanche la contempla questa possibilità". E sul taglio delle pensioni ha spiegato che potrebbe farlo ma che non lo farà. 
Condividi