Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Dalla-Ue-via-libera-al-salvataggio-di-Mps-2b96f6ff-80ff-4685-a46f-faf11e3764ef.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Padoan: recupereremo il denaro pubblico

Dalla Ue via libera al salvataggio di Mps

Al termine dell'operazione lo Stato verrà a detenere una quota del 70% del capitale dell'istituto senese

Condividi
Via libera da parte della Commissione europea alla ricapitalizzazione precauzionale di Monte dei Paschi di Siena. In questo modo Bruxelles ha approvato l'intervento per 5,4 miliardi di euro dello Stato che al termine dell'operazione verrà a detenere una quota del 70% del capitale dell'istituto senese.

L'aumento di capitale complessivamente ammonta a 8,1 miliardi, lo Stato ne sottoscriverà direttamente 3,9 miliardi entro questo mese. Il resto dell'aumento di capitale deriva dalla conversione dei titoli subordinati mentre il ministero dell'Economia riacquisterà dai risparmiatori al dettaglio azioni per 1,5 miliardi.

Commissione Ue: condizioni rispettate
Secondo l'esecutivo comunitario, le due condizioni previste sull'accordo di massima del 10 giugno scorso sono state confermate: la Bce, nella sua veste di autorità di vigilanza, ha confermato che Mps è solvibile e soddisfa i requisiti patrimoniali, mentre l'Italia ha ottenuto un impegno formale da parte di investitori privati ad acquistare il portafoglio di crediti deteriorati della banca. Azionisti e obbligazionisti subordinati sono chiamati a subire delle perdite sulla base della regola del burden sharing (condivisione degli oneri, ndr) prevista in caso di aiuti di Stato. Gli azionisti e i creditori subordinati di Mps hanno fornito un contributo pari a 4,3 miliardi per limitare l'uso di denaro dei contribuenti, come previsto dalla normativa dell'Ue in materia di aiuti di Stato, secondo quanto riportato nel comunicato della Commissione. Tuttavia i detentori di obbligazioni subordinate al dettaglio che sono state vendute in modo scorretto potranno richiedere un risarcimento alla banca. L'ammontare di spesa per la banca del risarcimento dovrebbe comportare una spesa fino a 1,5 miliardi di euro.

La ristrutturazione
Mps sarà soggetto ad una profonda ristrutturazione volta a garantirne la redditività futura e ad assicurare che lo Stato italiano riceva una remunerazione sufficiente per il proprio investimento. Il piano di ristrutturazione di Mps dovrebbe durare cinque anni, durante i quali la banca prevede di riorientare il suo modello di business verso la clientela al dettaglio, di aumentare l'efficienza e di migliorare la gestione del credito a rischio. Il management di Mps sarà soggetto a un tetto contributivo corrispondente a 10 volte il salario medio dei dipendenti. "Per garantire la sua redditività a lungo termine, Mps riorienterà il suo modello di business e ripulirà il suo bilancio da oltre 26 miliardi di euro di crediti deteriorati", ha spiegato la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager. 

Mps: Padoan, non scaricati costi su contribuenti, recupereremo il denaro pubblico 
L'intervento su Mps permette di "non scaricare sui contribuenti il costo dei salvataggi" facendo un
"uso limitato" di risorse pubbliche. Così il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in conferenza stampa dopo il via libera Ue alla ricapitalizzazione precauzionale. "Se si proietta nel giro di qualche anno la situazione economica e la situazione specifica della banca, sono fiducioso che il denaro pubblico sarà non solo recuperato, ma darà anche un premio". 
Condividi