Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ddl-anticorruzione-relatore-ritira-emendamento-sulla-prescrizione-Nuovo-testo-cambia-titolo-d4d17115-10d2-4009-8f4c-d4a4d8279563.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Stallo tra M5s - Lega

Ddl anticorruzione, relatore ritira l'emendamento sulla prescrizione. Nuovo testo cambia titolo

Dopo il vertice posizioni ancora distanti. Conte: prescrizione è nel contratto, manteniamo punto

Condividi
I relatori M5s al ddl Anticorruzione hanno ritirato l'emendamento sulla riforma della prescrizione, ma ne hanno presentato uno nuovo il cui contenuto è identico al precedente però aggiunge una modifica al titolo stesso del disegno di legge inserendo la formula 'in materia di prescrizione del reato'. L'obiettivo, viene spiegato, è di superare le critiche della Lega. 

La mossa a sorpresa dei 5 stelle non serve a superare la netta contrarietà della Lega alla riforma. Igor Iezzi, infatti, ribadisce: "Il nuovo emendamento è uguale a quello di prima. Per noi bisogna fare un'altra legge sulla prescrizione". 

In precedenza, l'avvertimento da parte della Lega: "Sul testo dell'anticorruzione siamo vicini a trovare un'intesa, non credo ci siano così grandi distanze ma sulla norma sulla prescrizione siamo lontani". Così aveva detto Igor Iezzi parlando della riunione tenutasi tra M5s e Lega. "Saranno Salvini e Di Maio a sciogliere i nodi, ma noi - aggiunge il deputato del partito di via Bellerio, autore di alcuni emendamenti che se approvati modificherebbero nella sostanza il testo del ddl - non possiamo permettere che una riforma così importante venga fatta in due righe. Sui principi siamo concordi, ma non sullo strumento che si è deciso di scegliere", ovvero un emendamento.     

Sulla prescrizione si è svolta una riunione al ministero della Giustizia col Guardasigilli, Alfonso Bonafede, e alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle e della Lega. Dai Cinquestelle fanno sapere: "Non intendiamo rinunciare al punto né a ricorrere ad atti che rinviano al futuro la questione".

Conte: è nel contratto. Manteniamo il punto 
"Essendo nel contratto di governo manterremo il punto". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, oggi in Algeria, a proposito del nodo prescrizione, contenuta del ddl 'spazza corrotti". "Lasciatemi chiamare a raccolta il ministro Bonafede e gli altri partner per un ultimo vertice per portare a casa un punto di incontro che tutti si sono dichiarati disponibili a raggiungere", ha aggiunto il premier.
Condividi