Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Di-Maio-Berlusconi-lasci-fare-il-governo-alle-nuove-generazioni-67aeb06e-e186-4582-8963-92ee2bd46983.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Ospite di "Porta a Porta" su Raiuno

Di Maio: Berlusconi lasci fare il governo alle nuove generazioni

Il candidato premier M5s: "Dal Pd risposte non giuste". E lancia un "comitato scientifico per analizzare i programmi" delle forze politiche

Condividi
Appello del leader M5s a Berlusconi affinché si faccia da parte in vista della formazione del nuovo governo. "Io non chiedo un parricidio o un tradimento ma dico, e lo dico a Berlusconi, dopo 24 anni è momento di far partire un governo delle nuove generazioni, un governo del cambiamento". Lo afferma il capo politico del M5s, Luigi Di Maio, a "Porta a Porta", su Raiuno. "Io comprendo che la Lega sia all'interno di una coalizione ma possiamo dirci che questa coalizione è nata solo per il Rosatellum. E' una Lega molto diversa". E "M5s non  voterebbe mai la fiducia a un governo con Salvini e  Berlusconi", precisa in caso di 'preincarico' al segretario della Lega.

"Dal Pd risposte non giuste"
"Ho proposto un contratto al Pd non per ricostruire il vecchio apparato di potere, quello che ci siamo detto in questi anni resta ma so che c'è un processo interno e io guardo a questo. Ma le risposte che ho ricevuto in questi giorni - e mi sento rispondere anche con dell'ironia - non credo siano giuste, oltre che responsabili, è un modo di rispondere, rispetto a questo momento, che è ingiusto e allora io non ci sto", spiega Di Maio.
 
"Comitato scientifico per analisi programmi M5s, Lega e Pd"
"Ho deciso di avviare un comitato scientifico sull'analisi dei programmi elettorali di M5S, Lega e Pd" per individuare gli "obiettivi convergenti", annuncia poi il leader M5s. L'iniziativa, affidata al docente universitario Giacinto Della Cananea, verrà avviata domani, ha spiegato Di Maio, per poi eleborare  il contratto di Governo che il Movimento intende proporre a Lega o Pd. "Io voglio scegliere quel contratto di governo che permette più vantaggi per gli italiani", risponde a chi gli chiede chi tra Pd e Lega preferirebbe come interlocutore. 

"Passi avanti per il governo, li illustrerò al Colle"
"Ci sono dei passi in avanti che voglio esporre al Presidente della Repubblica", dice ancora Luigi Di Maio a "Porta a Porta". E sulla crisi siriana sottolinea: "E' uno scenario che credo avrà un impatto sulle nostre consultazioni nell'ottica di accelerare le interlocuzioni già esistenti, con Pd e Lega". "Domani illustrerò anche i tempi rispetto alle scadenze delle altre forze politiche", aggiunge. 

Passo indietro? "Non saprei come spiegarlo agli italiani" 
Per fare un governo Di Maio sarebbe disposto a cedere la premiership? "Non saprei come spiegarlo agli italiani. Veniamo da un'epoca di governi tecnici o governissimi e io non credo a questi strumenti".
Condividi