Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Di-Maio-no-a-governi-tecnici-o-del-presidente-Giu-le-aliquote-Irpef-2a88d6d0-58f1-4e76-911a-35ff753a33e7.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Ospite di Porta a Porta su Rai1

Di Maio: Grillo padre nobile ma andiamo avanti. Nessun parricidio

Il candidato premier del Movimento 5 Stelle: no a governi tecnici o del presidente. Giù le aliquote Irpef

Condividi
Luigi Di Maio esclude governi tecnici o del presidente e ribadisce il suo 'no' alle alleanze in vista o dopo il voto del 4 marzo. "Secondo me il M5S potrà andare al governo, se da solo lo decideranno gli italiani. Se così non fosse, io farò un appello ai gruppi politici e chiederò la fiducia sui 20 punti, dicendo loro: convergiamo sui temi, non sulle poltrone. Io non parlo di governo del presidente e assolutamente non parlo di governi tecnici", dice il candidato premier M5S a Porta a Porta su Rai1.

 
Se ci alleassimo con lui Berlusconi la smetterebbe con la "setta"
"Alleanze? Prima delle elezioni non ne facciamo: potrebbe essere anche la strada più facile. Se chiamassi Berlusconi e gli dicessi 'alleiamoci' smetterebbe sicuramente di parlare di noi come se fossimo una setta", dice Di Maio.

Fisco, giù le aliquote Irpef
"No tax area fino a 10mila euro, estendibile fino ai 26mila per chi ha figli". E' la proposta di taglio delle tasse Irpef del M5s illustrata da Luigi Di Maio a 'Porta a porta'. Poi: dai 10mila ai 28mila, aliquota in calo dal 27% attuale al 23%. E ancora, a seguire, lo scaglione successivo, da 28mila a 100mila euro di reddito, sarà tassato al 37% riducendo, dunque, l'aliquota in vigore del 41%. Da 100mila e oltre sconto fiscale dell'un per cento, dal 43% al 42%.

Questa settimana l'esito delle Parlamentarie
"Questa settimana conoscerete i voti che hanno preso i singoli candidati delle Parlamentarie. Stiamo sistemando gli elenchi dal punto di vista della privacy", dice il candidato premier del M5S. 

Nessun parricidio, Grillo padre nobile ma andiamo avanti
Poi Di Maio parla del nuovo blog di Beppe Grillo, separato da quello dei 5 Stelle. "Il Movimento sta facendo quello che ha sempre detto, è stato fondato da Grillo e Casaleggio ma adesso cammina sulle sue gambe. Da oggi Grillo ha un suo blog in cui racconterà le sue passioni, quello che ha sempre raccontato nella sua carriera, restando garante e padre nobile. Però esiste un nuovo statuto e un nuovo simbolo che contiene il nuovo sito internet. Ha iniziato Grillo ma il M5S va avanti sulle sue gambe senza alcun parricidio". 
Condividi