Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Donne-sindaco-M5s-Raggi-a-Roma-e-Appendino-a-Torino-Sala-a-Milano-De-Magistris-a-Napoli-Merola-a-Bologna-e0e503fb-a950-45d3-b611-63c28dabce34.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Elezioni comunali

Donne sindaco M5s, Raggi a Roma e Appendino a Torino. Sala a Milano, De Magistris a Napoli

A Bologna riconfermato il sindaco uscente Virginio Merola. A Trieste si afferma Roberto Dipiazza, centrodestra

Condividi
Virginia Raggi trionfa a Roma, a Torino Chiara Appendino sconfigge il sindaco uscente Fassino. A Milano vince di misura il candidato del centrosinistra Sala, confermati a Napoli De Magistris e Virginio Merola a Bologna. Il nuovo sindaco di Trieste è Roberto Dipiazza (centrodestra).


Roma
Virginia Raggi: "Momento storico, prima volta di un sindaco donna a Roma" "E' un momento storico fondamentale che segna una svolta: per la prima volta Roma ha un sindaco donna", in un periodo in cui "le pari opportunità sono ancora una chimera", ha detto Virginia Raggi dopo la sua elezione. Raggi ha ringraziato la "lungimiranza" di Beppe Grillo e Casaleggio e del Movimento 5 Stelle. "Oggi hanno vinto i cittadini di Roma", ha aggiunto, "voglio ringraziare tutti i romani che mi hanno affidato questo compito importante che porterò avanti per 5 anni".




Roberto Giachetti: "Vorrei che fosse chiaro che questa sconfitta mi appartiene" "Ho appena chiamato Virginia Raggi e le ho fatto i miei complimenti e le ho augurato un in bocca al lupo". Queste le prime parole del candidato del centrosinistra, Roberto Giachetti. "Il risultato è chiaro, mi pare evidente che ci sarà un sindaco del Movimento 5 Stelle che si chiama Virginia Raggi".




Torino
Chiara Appendino
: "Non è stato un voto di protesta ma di orgoglio e cambiamento" Chiara Appendino, del Movimento 5 stelle, appena eletta sindaco di Torino, ha detto che "non è stato un voto di protesta ma di orgoglio e cambiamento. Ci siamo presentati come siamo e come sono". Poi guardando al suo nuovo compito: "Abbiamo il dovere di ricucire una città profondamente ferita ricostruendo i rapporti di fiducia tra i torinesi e i loro amministratori". Quindi "ogni torinese dovrà sentire il palazzo di città come la sua casa, la cui porta sarà sempre aperta".




Piero Fassino: "C'è stata convergenza tra M5s e centrodestra "Il voto di Torino dimostra che il passaggio da un sistema bipolare a uno tripolare fa sì che un'elezione a doppio turno sia esposta a quello che è accaduto a Torino: se il secondo e il terzo si mettono d'accordo il primo viene sconfitto", dice Piero Fassino. "Tutti danno una lettura di tipo politico" dei risultati, spiega. "La convergenza della destra con il M5s determina una maggioranza che consente l'elezione di un sindaco. Queste deve far fare delle riflessioni di quadro politico, perché questo avviene in tutte le città in cui al ballottaggio vanno centrosinistra e M5s, non avviene dove vanno al ballottaggio centrosinistra e centrodestra".




Milano
Giuseppe Sala
: "Mi sento portatore di una speranza" "La cosa gratificante è sentirsi portatori di una speranza. E io mi sento così a Milano, come uno che è riuscito a farcela, insieme a tanti altri che ci hanno creduto", dice Beppe Sala dopo l'elezione a sindaco. "Siamo riusciti a portare a casa un risultato che non era scontato - ha ammesso - ma abbiamo fatto molto bene negli ultimi 15 giorni, grazie a tutti quelli che ci hanno creduto".




Stefano Parisi: "Fatto un lavoro straordinario" "Per una manciata di voti avremmo potuto vincere", dice Stefano Parisi, dopo la sconfitta nella corsa a sindaco di Milano. "Ho chiamato Sala per congratularmi", aggiunge. "Rimane il dispiacere per i 500mila milanesi che non hanno votato", "il lavoro fatto è straordinario. Continueremo a lavorare sui contenuti e sul rinnovamento della politica".




Napoli
Luigi De Magistris
: "E' una vittoria esclusiva del nostro popolo e di chi ci ha creduto Il sindaco riconfermato di Napoli: "Non abbiamo ricevuto voti al ballottaggio da altre forze politiche".




Bologna
Virginio Merola
: "Sono felice e onorato di fare di nuovo il sindaco di questa splendida città" "Sono felice e onorato di fare di nuovo il sindaco di questa splendida città, non accadeva dal 1993 - ha detto Virginio Merola, riconfermato sindaco di Bologna - questo è un buon segnale. Avrò modo di continuare a cambiare a città, soprattutto di occuparmi dei ceti più deboli". Poi nell'analisi del voto ha sottolineato che "sicuramente qui a Bologna la Lega non è passata. Bologna è antifascista ha dato un bel segnale, malgrado tutti i soldi che ha speso la Lega in campagna elettorale". Non solo: "Spero che da Bologna inizi la fine di questo movimento che l'Italia non merita".


 
Condividi