Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Dopo-30-anni-ritrovato-il-videogame-di-Et-piu-brutto-della-storia-era-in-una-discarica-di-rifiuti-22be232f-36ad-4f78-83ce-8b3b4ba82c7d.html | rainews/live/ | (none)
TECH

Una leggenda divenuta realtà

Dopo 30 anni ritrovato il videogame più brutto della storia: E.t. era in una discarica di rifiuti

Dal 1983 circolava la voce che l'Atari avesse fatto seppellire in Nuovo Messico migliaia di cartucce di titoli che erano stati dei flop commerciali

Condividi
di Laura Squillaci È dal 1983 che li cercavano. Una leggenda metropolitana raccontava che l'Atari avesse caricato su 12 camion centinaia di copie dei suoi videogiochi, tra cui quella di E.t - l'Extra terrestre e di Pac-Man, perché fossero seppelliti ad Alamagordo nel Nuovo Messico.

Flop commerciali
Alcuni game per computer, lanciati nel 1982, non avevano avuto il successo sperato e l'azienda, quasi per vergogna, si volle liberare delle copie invendute o restituite.

Le ricerche
Ma per i veri appassionati poco importa che quelli fossero considerati i videogiochi più brutti della storia, un flop commerciale che condusse l'Atari sull'orlo del fallimento. Per un anno intero li hanno cercati. Finalmente, sabato, dopo 30 anni i videogame sono riemersi da una discarica di rifiuti, sotto gli occhi di 200 residenti che erano lì ad assistere all'evento.

Il documentario
Sotto cumuli di sabbia e immondizia, una dopo l'altra, sono apparse le copie con il marchio Atari. A riprendere le immagini del ritrovamento c'era il regista Zak Penn perché la storia di questi videogiochi e della loro ricerca durata un anno intero diventerà un documentario che Microsoft renderà disponibile su Xbox One e Xbox 360 verso fine anno.
Condividi