Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Dopo-Istanbul-Obama-promette-di-intensificare-la-lotta-Isis-504544a2-653a-466b-8f12-b984aaf91bd2.html | rainews/live/ | true
MONDO

Attentato kamikaze dell'Isis anche nel Rojava siriano

Dopo Istanbul, Obama promette di intensificare la lotta all'Isis

Condividi
Sull’attentato all’aeroporto di Istanbul e sulla lotta all’Isis interviene il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama da Ottawa, dove  partecipa al vertice tra Canada, Stati Uniti e Messico. "Sconfiggeremo" l'Isis in Siria e in Iraq assicura Obama, riaffermando l’amicizia americana per il popolo turco e garantendo l’impegno americano per prevenire nuovi attacchi dell’Isis.

L’ambasciatore russo negli Stati Uniti propone maggiore collaborazione contro l'Isis
Anche l’ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergey Kislyak, interviene sull’attentato di Istanbul affermando che le differenze di opinione sul destino del presidente siriano Bashar Assad non dovrebbero impedire alla Russia e agli Stati Uniti di cooperare su altre aree in Siria. "Non abbiamo un consenso su questo tema, ma questo non significa che non dobbiamo lavorare insieme su molte altre questioni, come la lotta contro il terrorismo, una vera e propria lotta in modo da poter rafforzare le rispettive capacità in questo senso", ha detto Kislyak. "Quello che noi e gli americani possiamo fare e' aiutare a rimuovere il cancro del terrorismo, contribuire a trovare un terreno comune nei colloqui tra le parti in conflitto".

In Siria l'Isis rischia di perdere Manbij l'ultima roccaforte per controllare il confine con la Turchia
Intanto continuano i combattimenti a Manbij, 110 chilometri a nord-ovest di Raqqa, dove le cosiddette forze democratiche siriane (sdf), una coalizione formata da miliziani curdi e arabi sostenuta dagli usa, assedia
ormai da settimane la citta', una roccaforte dell'Isis in posizione strategica per i rifornimenti per Raqqa provenienti dal confine turco.

Attentato kamikaze dell'Isis contro la popolazione curda a Tal Abyad 
In un nuovo attentato dell’Isis contro le zone liberate dai curdi nel Rojava dieci persone sono state uccise e 20 ferite nell'esplosione di un'autobomba condotta da un kamikaze a Tal Abyad, una localita' siriana al confine con la Turchia, un'ottantina di chilometri a nord di Raqqa, la 'capitale' dello stato islamico in Siria.
 
Condividi