Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Duvan-Zapata-Pasalic-Gomez-Mertens-Milik-Ancelotti-Gasperini-1cc53e3d-7a6e-4648-829e-735370d3a4bd.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, posticipo 33.ma giornata

Atalanta show, Napoli ribaltato al San Paolo (1-2): è 4° posto

I partenopei vanno avanti nel 1° tempo con Mertens, sfiorano più volte il raddoppio, poi nel finale esce la squadra di Gasp: pari dell'ex Zapata, gol partita di Pasalic. Scatto Champions degli orobici: agganciato il Milan

Condividi
Gran colpo Champions dell’Atalanta, che rimonta il Napoli al San Paolo (1-2), scavalca la Roma e aggancia il Milan al quarto posto (quota 56). Per Ancelotti, la cui piazza d'onore non è in discussione, arriva comunque un altro ‘schiaffo’ dopo quello di giovedì scorso con l’Arsenal. La squadra appare in flessione.

Primo tempo sotto una pioggia battente con i partenopei ‘quasi’ padroni del campo. Prima chance all’11’: lancione di Hysaj, Masiello buca l’intervento a centrocampo, Mertens s’invola tutto solo verso la porta ma si allunga troppo il pallone nel tentativo di saltare Gollini (il belga cade ma il portiere non lo tocca affatto, il rigore non c’è e Orsato infatti lascia proseguire). Dieci minuti dopo ci prova Milik, ma la sua botta è murata da De Roon. Al 28’ arriva il vantaggio dei padroni di casa: apertura per Malcuit, cross basso dalla destra e carambola fatale tra Mancini (che tenta di intervenire) e Mertens (l’ultimo a toccare). A ruota altre due palle-gol per gli azzurri: al 34’ slalom di un attivissimo Mertens in area e decisiva opposizione di Dijmsiti sull’attaccante, al 35’ è un super Gollini a negare il raddoppio a Zielinski. Dopo qualche buona (ma poco concreta) ripartenza, gli orobici si scuotono solo nel finale con due tentativi del Papu Gomez: sul primo, da posizione defilata, Ospina si rifugia in angolo con qualche affanno di troppo, portiere colombiano ben più reattivo al 47’ sulla velenosa conclusione dal limite dell’argentino.

Il Napoli riparte forte e sfiora per due volte il 2-0: Hysaj penetra in area ma viene fermato da Gollini (48’), poi imbucata di Mertens per Milik (50’), il polacco scavalca il n.1 nerazzurro con un tocco sotto (un po’ morbido), Masiello salva miracolosamente sulla linea (pallone ‘quasi’ tutto dentro la porta). Risponde l’Atalanta (53’): esce non di molto il diagonale di Hateboer dopo un tiro di Gomez non trattenuto da Ospina. Bella partita, veloce, con continui capovolgimenti e al 69’ la squadra di Gasperini (espulso poco dopo per proteste) torna a galla: combinazione Ilicic-Hateboer, palla dentro e tap-in vincente da pochi passi dell’ex Duvan Zapata (21° centro stagionale). Gli ospiti ci credono e insistono: sinistro Ilicic respinto da Ospina, dal limite De Roon spedisce di poco a lato (76’). Nemmeno un giro di lancette e l’occasione stavolta capita sui piedi di Milik, il cui rasoterra sibila vicino al palo. All’80’ però si materializza il ribaltone, ovvero l’1-2 di un’Atalanta mai doma: percussione Ilicic, Zapata semina lo scompiglio in area, la sfera finisce a Pasalic che trova il corridoio vincente con un piatto incrociato. Napoli stanco: resta una conclusione di Callejon neutralizzata da Gollini (88’) e nulla più.     
Condividi