Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ecco-il-nuovo-piano-trasporti-di-Ferrovie-per-il-Giubileo-piu-treni-e-nuove-stazioni-3b02632b-ea8d-42af-a967-c70eba48c6e8.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Roma

Ecco il nuovo piano trasporti di Ferrovie per il Giubileo: più treni e nuove stazioni

Aumento dell’offerta delle corse del 20-30%: oltre 1.000 treni messi in campo.Una stazione nuova e una riattivata dopo 25 anni. La stazione Tiburtina come principale porta d'accesso su Roma: attesi 7 milioni di passeggeri in più nell'anno della Misericordia

Condividi
A San Pietro i pellegrini arriveranno in treno. Il piano per il Giubileo pensato da Ferrovie dello Stato per accogliere le migliaia di persone che arriveranno a Roma dall'8 dicembre in poi prevede un aumento dell’offerta delle corse del 20-30% in più rispetto all’ordinario e andrà a concentrarsi soprattutto nelle ore 'di punta' o nei giorni dei grandi eventi dell’Anno Santo. Sono attesi infatti almeno 7 milioni di passeggeri in più rispetto agli attuali flussi su Roma.

Le stazioni
Potenziamento dell’offerta, integrazione tra trasporto ferroviario e quello su gomma, restyling delle stazioni con la loro messa in sicurezza, gli obiettivi. Il piano coinvolge, oltre a Termini, le principali stazioni della cinta periferica della città. Fiumicino, Ciampino, Aurelia, La Storta e Tiburtina saranno gli 'hub' di interscambio con parcheggi e servizi destinati ai pullman carichi di pellegrini. Saranno 1.054 i convogli messi a disposizione, 225 al giorno, per raggiungere la città eterna. 

Tiburtina porta d'accesso a Roma
​Nodo cruciale per la mobilità capitolina, Tiburtina diventerà la principale porta di accesso nell'anno della misericordia. Servita giornalmente da 64 Frecciarossa, 22 Frecciargento e 10 treni Intercity e Notte a disposizione dei passeggeri in arrivo dalle diverse città italiane. Sarà inoltre dotata di un parcheggio, circa 130 stalli, per i pullman turistici provenienti dall'autostrada A24. All'offerta nazionale (96 treni) si aggiungono circa 307 collegamenti regionali, che renderanno la seconda stazione di Roma il più importante snodo ferroviario pensato per gli spostamenti dei pellegrini. Per i pellegrini raggiungere San Pietro sarà dunque più facile grazie ai collegamenti della linea Fl3 (Tiburtina-San Pietro).

Piano al via il 29 novembre
Il piano partirà il 29 novembre con il nuovo orario regionale pianificato per il Giubileo della Misericordia che potenzierà i collegamenti della linea FL3: ci saranno tre treni l'ora fra Roma Tiburtina e Roma San Pietro, con 42 treni in più rispetto all'attuale offerta. Raggiungere San Pietro sarà più facile anche nelle giornate di sabato e festivi e nelle ore di maggior traffico ferroviario, saranno potenziati anche i collegamenti tra Roma Aurelia e Roma San Pietro/Ostiense, con 18 treni in più. Inoltre, nelle giornate di sabato e festivi e nelle ore di maggior traffico ferroviario, saranno potenziati anche i collegamenti tra Roma Aurelia e Roma San Pietro/Ostiense (con 18 treni in più rispetto all’attuale offerta). Sei collegamenti nazionali a Roma San Pietro (2 Frecciabianca da/per Genova, 2 treni Intercity Sestri Levante – Napoli e 2 treni Notte da/per Torino) si aggiungeranno ai 247 treni regionali che ogni giorno si fermano in stazione.

Le nuove fermate
Sulla linea Roma-Sulmona (FL2) verrà realizzata la nuova fermata 'Ponte di Nona' che sarà munita di parcheggi (circa 1.500 posti auto) e stalli per bus, con possibilità di interscambio ferro-gomma, e facilmente raggiungibile dall'autostrada A24. Verrà inoltre ripristinato il collegamento ferroviario tra le stazioni di Valle Aurelia e Vigna Clara (costruita per i Mondiali degli anni '90 e rimasta aperta solo per 8 giorni): ciò permetterà di connettere il quadrante nord della città alla linea FL3 Cesano-Viterbo e sopratutto alla metropolitana A migliorando il collegamento con San Pietro e Ostiense. La cattiva notizia è che non sarà attivo prima di giugno 2016. 

Potenziati i collegamenti per gli aeroporti
Vengono potenziati anche i collegamenti con gli aeroporti romani. Cresce il Leonardo Express che collega lo scalo di Fiumicino alla città, passando dagli attuali da 88 a 102, fino a 110 treni al giorno (con un incremento dei posti a sedere da 22 a 26mila). Un Leonardo Express ogni 15 minuti tra l’aeroporto e la stazione Termini andrà ad aggiungersi alle 124 corse regionali quotidiane (100mila posti a sedere) da Fiumicino a Tiburtina, con fermate a Trastevere, Ostiense e Tuscolana. In pratica ogni 7 minuti e 30 secondi partirà un treno da Fiumicino epr la Capitale. Anche Ciampino avrà un collegamento ferroviario con 181 convogli che - secondo Trenitalia - permetteranno di raggiungere Termini in 15 minuti. Infine un collegamento ferroviario ogni sabato porterà dall'antica stazione vaticana alle stazioni di Castel Gandolfo e Albano Laziale, con in più un servizio dedicato per raggiungere i Musei vaticani e le Ville Pontificie di Castel Gandolfo.

Collegamenti anche verso gli altri luoghi di culto
L’offerta di Trenitalia sarà ampia anche verso gli altri principali luoghi di culto: Padova avrà più di 90 collegamenti giornalieri; Foggia - da dove sarà possibile raggiungere San Giovanni Rotondo - potrà contare su più di 40 treni al giorno e Ancona (da dove sarà possibile raggiungere Loreto con i treni regionali) disporrà di 50 collegamenti nazionali. Fermate straordinarie previste anche nella stazione di Loreto con 6 treni Intercity giornalieri provenienti dalle principali località della linea Adriatica (Milano, Bologna, Pescara, Bari e Lecce). Per Assisi sono previsti 49 treni di cui 4 della lunga percorrenza, Pompei invece sarà collegata con 65 treni.

Il ruolo della Regione
La Regione Lazio "punta sull’integrazione ferro-gomma e lo sta facendo con un dialogo costante da due anni a questa parte con Fs" sottolinea il governatore Nicola Zingaretti e lancia una road map che dà speranza ai pendolari e andrà oltre il Giubileo: "Entro il 2020 avremo tutto materiale rotabile nuovo". Ricorda il numero unico per l’emergenza 112 che sarà sperimentato proprio con il Giubileo, e il piano per i pronto soccorsi che sono in via di ammodernamento: "Il 17 novembre apriremo la sala emergenze 112, il 20 inizierà la seconda fase delle inaugurazioni dei pronto soccorso, con quello del Santo Spirito e di Monterotondo". E poi i percorsi di fede che rilanciano l'offerta turistica della regione come il restyiling della medievale via Francigena che "tornerà percorribile anche all’ingresso di Roma". 

Fisichella: 30mila iscrizioni in un'ora e mezza
Ma il numero di pellegrini attesi è piuttosto alto basti pensare spiega monsignor Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione, che "all'apertura della pagina web per l'iscrizione al Giubileo in un'ora e mezza erano arrivate 30mila iscrizioni". 

Cantieri pronti in tempo per Pasqua?
I tempi dei lavori nella città infatti stringono per i 21 cantieri "light" previsti senza grandi opere. E quei cantieri devono essere pronti almeno per la Settimana Santa come auspica monsignor Fisichella: "Caro Prefetto nel 2016 Pasqua sarà alla fine di marzo il che vuol dire che per tanti lavori che dovranno essere realizzati, la data di Pasqua è piuttosto in alto e quindi sarebbe importante che anche la città di Roma fosse veramente pronta a questa sfida". Il prefetto Gabrielli è ottimista: "I lavori riguardano i famosi 23 cantieri. Ovviamente noi cercheremo di far sì che siano terminati quanto prima". La prefettura coordinerà i vari soggetti: dalla Regione, impegnata sul fronte sanità e trasporti, fino alla Prefettura e annuncia: "Il 19 novembre presenteremo il logo Roma per il Giubileo e daremo conto delle cose fatte e di quelle che faremo".

Le Card Speciali 
Per l'anno giubilare saranno inoltre in vendita delle Card Speciali: una carta ricaricabile per i treni regionali e Metrebus di 24, 48, 72 ore e una settimana: è la “Lazio Unica Pass, Speciale Giubileo” con l’immagine del Santo Padre. Trenitalia (vettore ufficiale per i pacchetti di viaggio che l’Opera Romana Pellegrinaggi promuoverà durante il Giubileo) metterà inoltre a disposizione dei propri canali di vendita "OMNIA CARD" che permetterà di usufruire di sconti per chi sceglierà di spostarsi in treno.
Condividi