Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Egitto-arrestato-ex-capo-anti-corruzione-dopo-intervista-su-carte-top-secret-su-crimini-politici-99ffec8f-bd79-45b3-9e50-33270406b2bb.html | rainews/media/ | (none)
MONDO

Egitto,arrestato ex capo anti-corruzione:in intervista parla di carte top secret su crimini politici

La censura del Cairo sulle dichiarazioni rilasciate a 'HuffPost Arabia', poi l'arresto di Hisham Geneina. Un mese fa, in manette l'ex Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate: sarebbe lui, secondo Geneina, a possedere documenti che, se rivelati, metterebbero nei guai molte autorità egiziane

Condividi
La polizia egiziana ha arrestato Hisham Geneina, ex capo dell'Autorità anti-corruzione egiziana ed esponente dello staff dell'ex capo di Stato Maggiore delle Forze Armate, Sami Anan, arrestato a sua volta il mese scorso dopo aver dichiarato le sue intenzioni di candidarsi alle imminenti elezioni presidenziali. Lo ha reso noto l'avvocato di Geneina, Ali Taha, in dichiarazioni al quotidiano governativo Al-Ahram. In un'intervista all'agenzia di stampa Dpa, Taha ha spiegato che il suo assistito è sotto indagine della procura militare.

Secondo il legale, l'ex capo dell'anti-corruzione è stato prelevato dalle forze di sicurezza nella sua abitazione nel quartiere di Nuovo Cairo. Il suo arresto segue di poche ora l'annuncio dell'esercito egiziano che aveva promesso provvedimenti nei confronti di Anan e Geneina per alcune dichiarazioni rilasciate da quest'ultimo nei giorni scorsi.

L'intervista (censurata) prima dell'arresto
In un'intervista a 'HuffPost Arabia', pubblicata domenica e bloccata in Egitto, l'ex capo dell'anti-corruzione ha dichiarato che Anan è in possesso di documenti contenenti segreti di Stato che, se fossero resi pubblici, metterebbero nei guai molte autorità egiziane.

Documenti top secret su violenze e crimini politici
Secondo Geneina, l'ex capo di Stato Maggiore possiede documenti e prove relativi ad alcuni episodi di violenza e a "crimini politici" che riguardano la rivoluzione del 2011 e successivamente la destituzione nel 2013 dell'allora presidente Mohamed Morsi, espressione dei Fratelli Musulmani.

Nell'intervista, Geneina ha spiegato che i documenti 'top secret' sono custoditi all'estero e verrebbero rivelati se le autorità egiziane tentassero di assassinare Anan.

A seguito dell'annuncio dell'esercito, l'avvocato dell'ex capo di Stato Maggiore, Nasser Amin, ha preso le distanze dalle dichiarazioni di Geneina, definendole "infondate, false e lontane dalla realtà". Amin ha quindi minacciato azioni legali contro chiunque abbia rilasciato o rilascerà dichiarazioni ai media "attribuendo parole o azioni ad Anan che possano pregiudicarne lo status giuridico".
Condividi