Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Election-Day-Usa-2016-Donald-Trump-Presidente-conquista-casa-bianca-b889780e-542d-464b-a95f-f1454dda3e3d.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Usa 2016

Donald Trump conquista la casa Bianca. Schiaffo all'establishment

Condividi

'Mi dispiace avervi fatto aspettare''. Sono state queste le prime parole di Donald Trump presidente. Il tycoon parla all'Hilton, là dove i suoi sostenitori lo stavano aspettando per il 'Victory party', per festeggiare una vittoria che ha lasciato attoniti i democratici, gli analisti e quella larga fetta di elettorato che fino a ieri sentiva la vittoria in tasca. I sondaggi dell'ultima ora, del resto, davano la vittoria, seppur risicata, a Hillary.

Oggi è il giorno dell'annichilimento. Le bandierine blu hanno lentamente lasciato il Jarvits Center già intorno alle 7 di questa mattina (ora italiana), quando, cioè, le speranze di una rimonta di Clinton erano cadute. "Devastante!" commentavano i supporter dell'ex first lady, mentre John Podesta, capo della campagna Clinton, annunciava che Hillary "non parlerà questa notte". E che ogni singolo voto doveva essere contato.

La fine è arrivata. E Hillary ha telefonato al vincitore, ammettendo la sconfitta. "Mi ha chiamato e si è congratulata con noi" dice Trump dal palco della mega sala da ballo dell'Hilton, mentre le note della colonna sonora di 'Air Force One' accompagnano il tifo pazzesco che si scatena a ogni sua frase. 

Trump riconosce che la sfida contro l'ex segretario di Stato è stata "dura" e che "dobbiamo riconoscere che siamo in debito con lei per il servizio da lei svolto". Dopo una campagna elettorale improbabile e piena di colpi di scena, Trump ne ha messo a segno uno fino alla fine aggiudicandosi la Casa Bianca. Lo fa dicendo che "è tempo per noi di unirci come popolo unito" e che "nessun sogno è troppo grande". "Mi impegno con ogni cittadino di essere il presidente di ogni americano, e questo per me è molto importante. Per quelli che non mi hanno scelto, mi rivolgo a voi per consigli e indicazioni con l'intento di unire il nostro Paese. La nostra non è stata una campagna, ma un movimento incredibile" che intende "rinnovare il sogno americano". "Ricostruiremo le nostre strade- dice Trump- i nostri ponti, le nostre scuole. Ricostruiremo l'America e investiremo milioni per farlo"

Per Trump 276 gradi elettori
Trump si è aggiudicato i 276 grandi elettori necessari a battere la candidata democratica nella corsa per la presidenza, al termine di una delle campagne elettorali più divisive che gli States abbiano mai vissuto.

Condividi