Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Elezioni-seggi-aperti-in-28-Comuni-della-Sardegna-5cfa7124-240e-4987-a9d6-abcb032799b6.html | rainews/live/ | true
POLITICA

28 Comuni al voto

Amministrative in Sardegna, eletti i 9 sindaci con lista unica. Affluenza in calo dell'8%

A Illorai il primo sindaco leghista dell'isola. Affluenza al 55,3%, nella precedente consultazione era stata del 63,1 Lo spoglio in tempo reale 

Condividi

A urne appena chiuse sono già nove i sindaci eletti in Sardegna su 28 amministrazioni al voto. Si tratta di piccoli centri nei quali, già prima della rilevazione dell'affluenza alle 23, si era raggiunto il quorum del 50% utile per eleggere l'unico candidato a primo cittadino del paese.

Si tratta dei comuni di Ortueri (Francesco Carta), Onanì (Clara Michelangeli), e Sarule (Paolo Ledda) nel Nuorese; di Sorradile nell'Oristanese (Pietro Arca); di Illorai (Titino Sebastiano Cau) e Putifigari (Giacomo Contini) nel Sassarese; di Esterzili (Renato Melis) e Genoni (Gianluca Serra) nel Sud Sardegna; a Magomadas (Emanuele Cauli) in provincia di Oristano.

Cau, il primo sindaco della Lega in Sardegna
Tittino Cau è il primo sindaco leghista di sempre in Sardegna. A ufficializzarlo è il segretario regionale del Carroccio, e deputato, Eugenio Zoffili. "A Illorai, 849 abitanti, piccolo centro del Goceano - dice -festeggiamo il primo sindaco leghista in Sardegna, Tittino Cau. E' una grande soddisfazione per il nostro movimento".

"Illorai è un paese simbolo della nostra azione politica tra la gente in Sardegna - continua il segretario -: dai 2.000 abitanti degli anni '50, ora purtroppo ridotti a 850 residenti, festeggiamo il nostro primo sindaco leghista, Tittino Cau, meccanico e agricoltore. Da Illorai con il nostro nuovo sindaco parte il progetto della Lega contro lo spopolamento dell'Isola, con iniziative concrete che sottoporremo a tutti i sindaci sardi, al nostro Governatore Solinas e al Governo di Roma".

Affluenza in calo di quasi 8 punti
A quanto riporta il sito Eligendo del Viminale, l'affluenza si attesta al 55,33% contro il 63,18% delle precedenti consultazioni.

E', questa, una tornata elettorale amministrativa molto importante per la Sardegna, perché gli elettori sono stati chiamati a eleggere, tra gli altri, anche i sindaci di Cagliari e Sassari, le due città principali dell'isola.

28 complessivamente i Comuni coinvolti (anche Sassari e Alghero), quasi 400 mila elettori, suddivisi in 482 sezioni, sono chiamati alle urne per la terza volta dall'inizio dell'anno dopo le Regionali di Febbraio e le Europee di fine maggio.

Tre le città con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, che quindi potrebbero andare all'eventuale ballottaggio fissato per il 30 giugno, ci sono anche Monserrato e Sinnai, entrambe facenti parte della Città metropolitana di Cagliari.

Le amministrazioni al voto sarebbero dovute essere 29, ma nessuna lista è stata presentata ad Austis, in provincia di Nuoro, il cui Comune sarà guidato per la quinta volta consecutiva da un commissario nominato dalla Regione

Condividi