Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Emergenza-maltempo-Donna-dispersa-Alessandrino-Po-allaga-Murazzi-a-Torino-Venezia-marea-a-130-cm-b5a52051-2d5a-4119-adeb-eabcfab2dd84.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Disagi in Liguria e in Calabria

Maltempo, cede per una frana un tratto di viadotto sulla A6. Trovata morta la donna dispersa

Non ci sarebbero persone coinvolte. Fiumi osservati speciali in Piemonte. Il Po supera la soglia di criticità elevata, allagati i Murazzi a Torino. Ancora disagi nel Savonese e in Calabria. Mille isolati da valanghe in Valle d'Aosta. Como, esonda il lago

Condividi
Un tratto di viadotto Madonna del Monte lungo la Torino-Savona è crollato. Si tratta di una trentina di metri circa di autostrada, dopo l'innesto con la A10, a circa un chilometro e mezzo da Savona verso Altare. A scopo precauzionale, il traffico è stato interrotto anche nel tratto opposto, in direzione Savona. Da una prima verifica dei vigili del fuoco sembra che il crollo del viadotto non abbia coinvolto persone, la causa è una frana. 



Cosa è successo
La frana che ha causato il crollo è stata ripresa da un elicottero dei vigili del fuoco, impegnati nella ricerca di eventuali auto coinvolte. Nel video si vedono alcuni mezzi - oltre a quelli dei vigili del fuoco - fermi a pochissimi metri dalla zona del crollo: tra questi anche un mezzo pesante. Il guard rail autostradale ha tenuto da una parte rimanendo sospeso nel vuoto - anche se in alcuni punti si è "accartocciato" - mentre ha ceduto completamente dall'altra. L'impalcato nel tratto tra i due piloni è caduto di una trentina di metri trascinato via dal cedimento di un costone della collina, franato a causa delle forti piogge di questi giorni. Nel fosso che si è prodotto - profondo non più di una decina di metri - si intravedono alcuni cartelli autostradali rimasti in piedi infissi nell'asfalto, quasi intatti, e degli alberi sdradicati. E' come se l'impalcato fosse rimasto integro, solo girato su se stesso di 90 gradi. L'altra corsia dell'autostrada, che poggia su altri pilasti posizionati ad alcuni metri dal tratto crollato, è rimasta integra, tanto che nel video si notano delle auto che transitano regolarmente prima che il traffico venisse interrotto per precauzione. Il viadotto è gestito dal gruppo Gavio. 

Il video dei Vigili del Fuoco con le immagini aeree



Prefetto e governatore: non ci sarebbero auto coinvolte. Ma spunta una "segnalazione"
"Al momento non c'è evidenza di mezzi coinvolti nel crollo del viadotto". Lo ha detto il prefetto di Savona. "Non posso né smentire né confermare la presenza di automobilisti, - dichiara il governatore Giovanni Toti - è l'ennesima tragedia che colpisce la Liguria, ma a prima vista non ci sono auto che si possono vedere in superficie. La frana però ha travolto i pilastri ed è molto profonda, non si può escludere che qualche auto sia stata trascinata dal mare di fango". Poco dopo però Toti aggiunge: "C'è una segnalazione di un'auto che avrebbe potuto transitare in quel momento. Non è una segnalazione certa, quindi i vigili del fuoco si riservano di analizzare tutto il terreno".


 
Trovato il corpo senza vita della donna dispersa nell'Alessandrino
I vigili del fuoco, intanto, con l'ausilio dei carabinieri, hanno recuperato il corpo della donna di 52 anni travolta dal fiume Bormida e dispersa da questa mattina a Sezzadio, nell'Alessandrino. La donna era stata travolta dal fiume Bormida. Il cadavere si trovava all'interno dell'auto trascinata dall'acqua fino a Sezzadio.  

Donna morta nell'Alessandrino, qualcuno aveva rimosso blocco transenne 
La morte di Rosanna Parodi sarebbe una conseguenza del mancato rispetto della chiusura delle strada provinciale 181. Alcuni cittadini, che poi sono riusciti a mettersi in salvo, avrebbero spostato le transenne consentendo il passaggio delle auto. Per questo motivo i carabinieri hanno comunicato che chi non rispetterà i blocchi stradali potrà essere denunciato dal personale della Protezione civile, legittimato a rilevare le targhe dei cittadini inadempienti. 

Voragine sulla Torino-Piacenza, auto la evita
Una voragine di una decina di metri si è aperta questa sera sull'autostrada A21 Torino-Piacenza, tra Asti e Villanova. Un'auto in transito in quel momento è riuscita ad evitarla per un soffio. Il terreno, secondo una prima ricostruzione, è sprofondato a causa della pioggia incessante che da giorni si sta abbattendo su tutto il Piemonte. L'autostrada è chiusa in entrambi i sensi di marcia. Per chi attiva da Piacenza in direzione Torino l'uscita obbligatoria è ad Asti Ovest mentre per chi dal capoluogo piemontese è diretto verso Piacenza l'uscita obbligatoria è Villanova.

Escursionisti bloccati
Due escursionisti sono bloccati dalla neve ai 2.200 metri del bivacco Rattazzo, nel territorio di Sauze di Cesana (Torino). L'elevato rischio di valanghe, 4 su una scala di 5, ha impedito al Soccorso Alpino, contattato dagli stessi escursionisti, di intervenire e le ridotte condizioni divisibilità non consentono all'elicottero di alzarsi in volo. Per questo motivo si è deciso di aspettare il probabile miglioramento delle condizioni meteo, atteso per la giornata di domani.

Disagi ovunque
Mille persone isolate in Valle d'Aosta a causa delle valanghe che hanno portato alla chiusura di alcune strade; fiumi osservati speciali in Piemonte mentre il Po allaga i Murazzi a Torino; ancora disagi nel Savonese, ma problemi anche a Roma, con diversi allagamenti anche sul litorale, ed in Calabria. Il maltempo imperversa ancora su diverse regioni e provoca numerosi problemi e disagi.

La piena del Po supera la soglia di criticità elevata 

Ha superato la soglia della criticità elevata, a Valle di Torino, la piena del fiume Po. Lo rende noto l'Aipo, l'Agenzia Interregionale per il fiume Po, secondo cui il colmo transiterà nel tratto piemontese per raggiungere Ponte Becca, nel Pavese, nell'arco delle prossime 24 ore. Livelli in crescita su tutta l'asta fluviale. Aipo raccomanda la massima prudenza in prossimità delle aree prospicienti i fiumi e delle golene, che potranno allagarsi. 



Appendino: il Po non dovrebbe più salire
Il fiume Po ha raggiunto il picco a Torino. Lo afferma la sindaca, Chiara Appendino.
"Il Po ha raggiunto la soglia di massima attenzione - dice la prima cittadina in diretta al Tg3 del Piemonte -, il picco è stato raggiunto. Non ci aspettiamo che continui a salire, e questo ci tranquillizza. Continuiamo a monitorare".

Venezia, l'acqua alta si ferma a 130 centimetri
L'ondata di marea non ha raggiunto i 140 cm previsti, ma ha comunque allagato il 47% della città lagunare.



Valanghe in Valle D'Aosta, centri isolati 
Sono circa mille le persone isolate in Valle d'Aosta a causa delle valanghe che hanno portato alla chiusura di alcune strade regionali. Le situazioni più critiche nella valle del Lys, dove Gressoney-La-Trinité è isolata a causa delle slavine che incombono sulla regionale. In tutta la Regione, l'allerta meteo è arancione. 

Como, esonda lago presso Piazza Cavour
Il lago di Como è esondato e l'acqua ha invaso la zona limitrofa a piazza Cavour. Lo rende noto il Comune di Como. Polizia locale, Protezione civile e settore Reti hanno provveduto a posizionare le passerelle pedonali per attraversare il lungolago e dei coni di sicurezza davanti alle caditoie del marciapiedi a lago. La diga foranea e la ex biglietteria sono state chiuse. Una squadra della Protezione civile sarà in piazza Cavour per monitorare al situazione. Sul lago, però, la pioggia continua a cadere e non accenna a smettere.

Allagamenti a Roma a causa delle piogge delle ultime ore. Chiuso al transito Ponte Nenni, in direzione lungotevere Arnaldo da Brescia, in zona Flaminio, a causa di un allagamento. Sono un centinaio gli interventi legati al maltempo effettuati, dalla serata di ieri fino ad ora, dalla polizia locale. Maggiori criticità vengono registrate nella zona dell'Idroscalo di Ostia: sul posto diverse pattuglie, insieme a personale della Protezione Civile, dove è in corso un monitoraggio costante a causa di un allagamento. Allagamenti anche in via della Magliana, zona Marconi, in via Portuense all'altezza di via Isacco Newton e in via Tuscolana all'altezza di piazza Cinecittà. 

Di Maio: sospendere pagamenti mutui imprese
"Vanno fatte due cose. Secondo me va fatta subito una norma che dice che quando c'è un'allerta rossa nei contratti di lavoro, va giustificata l'assenza. E quando succedono cose del genere, bisogna fare un accordo con le banche italiane e si sospendono i pagamenti dei mutui delle aziende". Lo dice il capo politico del M5S e ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ospite di "Non è L'Arena", commentando l'emergenza maltempo.
Condividi