Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Esploratori-lettoni-dell-Antartide-disperati-pinguini-e-falchi-pescatori-rubano-le-attrezzature-afcb69da-cc0c-4ae1-b165-80d3bb322520.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Area protetta

Esploratori lettoni dell’Antartide disperati: pinguini e falchi pescatori rubano le attrezzature

Condividi
I tre membri di una spedizione lettone in Antartide, Janis Karušs, Kristaps Lamters e Maris Krievans, giunti sul posto un mese fa, rischiano il flop. La colpa è dei pinguini e dei falchi pescatori che rubano le loro attrezzature.

I tre ricercatori devono studiare la struttura e la trasformazione dei ghiacci dovute al cambiamento del clima. Ma non appena depositano le loro attrezzature i pinguini curiosi le spostano o le portano via. Se i pinguini possono essere inseguiti e gli strumenti recuperati, i falchi pescatori rendono l’impresa impossibile.

Durante le misurazioni sia i pinguini sia gli uccelli seguono a distanza ravvicinata i ricercatori, per poi rubare la strumentazione.

L’area è protetta, dunque agli scienziati è strettamente vietato scacciare o minacciare gli animali "autoctoni", così sono costretti a subire i furti continui.
Condividi