Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Eternit-sindaco-Casale-vogliamo-portare-Schmidheiny-Aia-625bcb61-f1f7-4b96-afca-422bd14ec785.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il caso

Eternit, il sindaco di Casale: vogliamo portare Schmidheiny all'Aia

Il primo cittadino di Casale Titti Palazzetti incontra a Roma il premier Renzi, le associazioni "Vittime dell'amianto" e i presidenti di Camera, Boldrini, e Senato, Grasso

Condividi
"L'amianto è un crimine contro l'umanità, vogliamo portare Schmidheiny alla corte dell'Aia". Parola del sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, prima dell'incontro di martedì 25 novembre a Roma con i vertici dello Stato italiano. "Quando lo stabilimento Eternit è stato chiuso, ha abbandonato tonnellate di amianto a cielo aperto, a dimostrazione dello spregio per l'umanità di questa persona", ha aggiunto ai microfoni di Radio Veronica One il sindaco della cittadina in provincia di Alessandria simbolo della lotta all'amianto.

L'incontro con Renzi
Martedì il sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, ed una delegazione delle associazioni Vittime dell'amianto incontreranno il presidente del consiglio Matteo Renzi, i presidenti del Senato, Pietro Grasso e della Camera, Laura Boldrini. Saranno accompagnati dai parlamentari piemontesi Cristina Bargero, Daniele Borioli, Federico Fornaro e Fabio Lavagno.    

Titti Palazzetti incontrerà anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino ed, in conclusione della giornata, il vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini. A quest'ultimo incontro parteciperà anche Renato Balduzzi, componente del Csm. Al centro degli incontri ci saranno, a seguito della sentenza della Corte di Cassazione sul processo Eternit, i temi della prescrizione dei reati ambientali e della bonifica da amianto del Sito d'Interesse Nazionale di Casale Monferrato.
Condividi