Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Expo-2015-architetto-Wilkinson-Albero-della-vita-copia-i-miei-Supertrees-singapore-fd8d999c-de2d-4add-82d6-6c219e24b881.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il simbolo del padiglione Italia nella bufera

Expo 2015. L'architetto Wilkinson: "L'Albero della vita copia i miei Supertrees"

Secondo l'architetto inglese - scrive il Corriere della Sera - l'opera simbolo dell'esposizione universale di Milano è uguale ai 'super alberi' da lui progettati per il giardino della baia di Singapore del 2012

A sinistra 'l'Albero della vita' di Expo 2015, a destra i 'Supertrees' di Singapore
Condividi
Milano L'opera simbolo del Padiglione Italia di Expo 2015 si chiama "l'Albero della vita", una creazione architettonica che sembra un fungo snello, luccicante, bellissimo. Che dà proprio l'idea della creazione, della vita che prende corpo con i suoi rami che si stagliano - ricchi di luci meravigliose - verso il cielo, verso l'occhio di Dio. Tutto bello ma, - riporta il Corriere della Sera - quando l'architetto inglese Chris Wilkinson ha visto i disegni del progetto è saltato sulla sedia e ha riconosciuto i suoi "Supertrees" di Singapore. I 'super alberi' a cui si riferisce fanno parte di un giardino immaginifico inaugurato nel 2012 nella baia di Singapore. Diciotto alberi giganti, alti tra i 25 e i 50 metri, costruiti in acciaio e materiali eco-sostenibili e ricoperti da oltre 160mila piante. Cambiano colore con il susseguirsi delle stagioni e la loro chioma è costituita da pannelli fotovoltaici e serbatoi per l'acqua piovana. 

Secondo Wilkinson, il progetto di Singapore è troppo noto e "quello di Milano troppo simile per essere un fatto casuale". Per la futura opera-simbolo di Expo 2015 proprio pochi giorni fa era arrivato il via ibera definitivo con il timbro anticorruzione di Raffaele Cantone. Nemmeno il tempo di iniziare, ed ecco la battuta di arresto, devastante. Questa volta di Wilkinson e dei suoi avvocati. 
Condividi