MONDO

Il dibattito

Zuckerberg sfida Trump e apre ai musulmani: "Su Facebook siete sempre i benvenuti"

Il fondatore del social network entra nella polemica scatenata dal magnate statunitense e pubblica un post di solidarietà ai musulmani: "Non dobbiamo perdere la speranza di un mondo migliore”

Mark Zuckerberg (Lapresse)
Condividi
Palo Alto (California) Anche il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg scende in campo nella polemica sui musulmani scatenata da Donald Trump. Con un post sul social network, scrive: “Voglio aggiungere la mia voce a sostegno dei musulmani nella nostra comunità e ovunque nel mondo".

"Non dobbiamo perdere la speranza di un mondo migliore" 
“Dopo gli attacchi di Parigi e l'odio di questa settimana posso solo immaginare la paura che i musulmani sentono di essere perseguitati per le azioni di altri”, scrive Zuckerberg, sottolineando come “gli attacchi alla libertà di chiunque finiscono per colpire tutti”. “L'odio di qualcuno - prosegue Zuckerberg - può rendere facile soccombere al cinismo. Ma non dobbiamo perdere la speranza. Finché staremo insieme e vedremo ciò che c'è di buono in ciascuno di noi, potremo costruire un mondo migliore per tutti”.

"Siete sempre i benvenuti"
"Come leader di Facebook - garantisce - voglio che sappiate che qui siete sempre i benvenuti e che combatteremo per proteggere i vostri diritti e creare un ambiente pacifico e sicuro per voi". 

I want to add my voice in support of Muslims in our community and around the world.After the Paris attacks and hate...

Posted by Mark Zuckerberg on Mercoledì 9 dicembre 2015
Condividi