TECH

Facebook, sovrastimati i dati sulle pubblicità: inserzionisti infuriati

Il social network avrebbe per due anni sovrastimato il tempo medio di visione delle pubblicità video sulla piattaforma 

Condividi
Gli inserzionisti del colosso Usa Facebook sono furibondi con l'azienda perché il social network per due anni ha largamente sovrastimato i tempi di visione dei video pubblicitari trasmessi sulla sua piattaforma. Nelle scorse settimane Facebook, con un post sull'Adviser Help Center, un servizio dedicato agli inserzionisti, aveva parlato di un errore di calcolo che faceva lievitare in modo artificiale il tempo trascorso dagli utenti sui video pubblicitari, informandoli di aver corretto l'errore tecnico. Tuttavia gli inserzionisti hanno chiesto di saperne di più. 

L'agenzia pubblicitaria Publics Media, che nel 2015 ha comprato pubblicità su Facebook per 77 milioni di dollari, ha calcolato, in una lettera ai suoi clienti pubblicata dal Wall Street Journal, che i conteggi di Facebook sovrastimavano i tempi di visione tra il 60% e l'80%. La rivelazione è particolarmente imbarazzante per Facebook, che ha visto i suoi utili lievitare negli ultimi anni proprio grazie all'incremento dei tempi di visione della pubblicità.
Condividi