Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Festa-del-Cinema-di-Roma-2019-edizione-numero-14-Motherless-Brooklyn-di-Edward-Norton-63b2aab3-c5db-47a7-8fd7-a580492db798.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Edizione numero 14

Al via la Festa del Cinema di Roma, si parte con Motherless Brooklyn di Edward Norton

Tra i film più attesi Hustlers con Jennifer Lopez, Judy (Garland) con Renée Zellweger, il film sequel della serie Downton Abbey, il nuovo Konchalovsky (Il peccato), il documentario di Ron Howard su Pavarotti, e altri omaggi musicali a Bruce Springsteen e a Nick Drake

Condividi
Quattordici edizioni e un'identità sempre più definita per la Festa del Cinema diretta dal "nostro" Antonio Monda, che gli spettatori di Rainews 24 conoscono anche per la rubrica settimanale Central Park West: incontri ravvicinati con personalità dello spettacolo; la possibilità di vedere la "prima" di film non ancora proiettati nei festival europei (Berlino, Cannes e Venezia); l'accesso alle sale anche ai bambini e ai ragazzi attraverso la sezione Alice nella città. Il tutto amalgamato, dal 17 al 27 ottobre, in altre sale e spazi della capitale, oltre che all'Auditorium- Parco della Musica. Anche per questo è Festa più che festival.

Si parte benissimo con Motherless Brooklyn, passato al Telluride, ma ancora inedito nelle sale statunitensi, di e con Edward Norton, tratto da un romanzo di Lethem. Il primo incontro è con Ethan Coen, fratello di Joel, autore di successi come Fargo o Il grande Lebowski.

Nel corso di dieci giorni pubblico pagante e accreditati potranno vedere da vicino, e ascoltare, in alcuni casi interagire con Bill Murray, Viola Davis, Ron Howard, Brett Easton Ellis, Fanny Ardant e John Travolta.
 
Tra i film più attesi Hustlers con Jennifer Lopez, Judy (Garland) con Renée Zellweger, il film sequel della serie Downton Abbey, il nuovo Konchalovsky (Il peccato), il documentario di Ron Howard su Pavarotti, e altri omaggi musicali a Bruce Springsteen e a Nick Drake. 

C'è curiosità intorno a La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti e al grande ritorno di Cristina Comencini, suo il film di chiusura,Tornare.

Il colpo del festival è avere la presenza di Martin Scorsese con la sua attesa, epica, saga The Irishman in anteprima europea, che riunisce De Niro, Pacino e Pesci. Un film Netflix già in odore di Oscar dopo le recensioni ammirate dei giornali statunitensi.
Condividi