SPETTACOLO

Festival di Lecce, protagonisti la polacca Holland e il turco Ceylan

La regista polacca Agnieszka Holland
Condividi
La polacca Agnieszka Holland e il turco Nuri Bilge Ceylan sono “I Protagonisti del Cinema Europeo”, sezione del Festival del Cinema Europeo diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, la cui XVIII edizione si terrà a Lecce dal 3 all’8 aprile.

Due volte candidata agli Oscar (nel 1985 con 'Raccolto amaro' nella categoria Miglior film straniero e nel 1990 con 'Europa Europa' per la sceneggiatura non originale, film con il quale vince il Golden Globe) Agnieszka Holland ha iniziato in Polonia la carriera cinematografica come assistente di Krzysztof Zanussi collaborando poi con Andrzej Wajda. 'Attori di provincia', uno tra i film emblema del "cinema dell'inquietudine morale", è stato premiato dalla critica al Festival di Cannes nel 1980. Nel 1981 la regista emigra in Francia.

Holland ha lavorato molto anche per la tv in numerose e celebri serie come House of Cards, The Wire, Cold Case  e Treme. Il Festival del Cinema Europeo propone una selezione delle sue pellicole, scelte insieme alla regista, tra cui 'Spoor' (Pokot) premiato nel febbraio scorso alla Berlinale, dove ha riscosso grande successo di critica. In film in programma sono Screen Test (Zdjecia próbne, 1977), Attori di provincia (Aktorzy prowincjonalni, 1979), Una donna sola (Kobieta samotna,1981) , La febbre (Goraczka, 1981), Europa Europa (1991), Olivier, Olivier (1992), Il giardino segreto (The Secret Garden, 1993), Washington Square - L'ereditiera (Washington Square, 1997), In Darkness (W ciemności, 2011) e Spoor (Pokot, 2017).

Premio miglior regia con 'Le tre scimmie' nel 2008 al Festival di Cannes, Ceylan con lo stesso film viene candidato all’Oscar per il miglior film straniero, prima pellicola turca a essere candidata agli Oscar in questa sezione. Ma Nuri Bilge Ceylan, con 'Cocoon', è stato anche autore del primo cortometraggio turco a essere presentato in concorso nel 1995 al Festival di Cannes.  E Cannes “diventa” per il regista una vetrina fondamentale per la propria carriera: nel 2003 con 'Uzak' si aggiudica il Grand Prix; nel 2009 viene chiamato a far parte della giuria del festival francese; nel 2011 con 'C'era una volta in Anatolia' si aggiudica nuovamente il Grand Prix  e nel 2014 vince la Palma d'oro per 'Il regno d'inverno'.

Il Festival del Cinema Europeo oltre a presentare la rassegna completa dei film di Ceylan presenta anche una Masterclass (giovedì 6 aprile alle ore 11.00) durante la quale il regista turco parlerà del proprio percorso al pubblico presente. Saranno presentati i film Koza (1995), Kasaba (1997), Nuvole di Maggio (1999), Uzak (2002), Il piacere e l'amore (2006), Le tre scimmie (2008), C'era una volta in anatolia (2011) e Il regno d'inverno (2014). 

 
Condividi