Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Festival-o-meglio-Festa-del-Cinema-di-Roma-tutti-i-film-656c4654-881c-4027-99da-28d6e69c7de5.html | rainews/live/ | (none)
CULTURA

51 lungometraggi nelle sezioni ufficiali, 24 prime mondiali

Festival, anzi no. Al via giovedì la Festa del Cinema di Roma. Ecco tutti i film

Quattro le sezioni della Kermesse diretta per la terza volta da Marco Muller: Cinema d'oggi, Gala, Mondo genere e Prospettive Italia. Attesissimi Gone Girl di David Fincher con Ben Affleck, Time out of Mind di Oren Moverman protagonista Richard Gere, Black and white di Mike Binder con Kevin Costner. Tre gli italiani in concorso. I vincitori scelti dal pubblico, madrina Nicoletta Romanoff

Condividi
di Laura SquillaciRoma 10 giorni di Cinema. 10 giorni di festa. Parte il 16 ottobre e si chiude il 25 la nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. 51 lungometraggi nelle sezioni ufficiali, 24 prime mondiali, 6 internazionali e 11 europee. Quattro sezioni. 6 milioni di euro, molto meno che gli scorsi anni, il budget. E Marco Muller che fa il tris da direttore. Sono solo alcuni dei numeri della kermesse che si svolge all'Auditorium Parco della Musica. Il gioiello che Renzo Piano ha regalato alla Capitale.

Le sezioni
Un concorso, anzi quattro come le sezioni in cui si divide il Festival (esclusa quella autonoma, Alice nella Città). Cinema d'oggi ("Una selezione di lungometraggi di autori sia affermati che giovani”), Gala ("Una selezione di grandi pellicole 'popolari ma originali' della nuova stagione"), Mondo Genere ("Una selezione di film appartenenti ai più diversi generi cinematografici") e Prospettive Italia ("Una sezione che intende fare il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano"). A decidere i vincitori per la prima volta non sarà una giuria ma, come avviene al Sundance, gli spettatori.
 
Le anteprime
Tra le anteprime in Cinema d'oggi Angels of Revolution di Aleksej Fedorcenko, Time Out of Mind di Oren Moverman, con un Richard Gere già in odore di Oscar. Nella sezione Gala, l'attesissimo L'amore bugiardo – Gone Girl di David Fincher - il regista di Seven, Fight Club, Lo strano caso di Benjamin Button e Social Network - con Ben Affleck e Rosamund Pike, Black and White di Mike Binder (film sul razzismo della società americana con Kevin Costner), oltre a The Knick, la serie TV diretta da Steven Soderbergh, e Escobar: Paradise Lost, diretto dall'italiano Andrea Di Stefano e interpretato da Benicio del Toro nei panni del trafficante Pablo Escobar. E ancora Still Alice di Richard Glatzer (che potrebbe regalare un Oscar a Julianne Moore), Trash di Stephen Daldry, Love, Rosie (#ScrivimiAncora) di Christian Ditter, Soul Boys of the Western World (documentario sugli Spandau Ballet) e Kamisama no Iutoori di Takashi Miike, che riceverà il Maverick Director Award alla carriera.
 
Tra i film presentati in Mondo Genere Nightcrawler, opera prima di Dan Gilroy con protagonista Jake Gyllenhaal e Stonehearst Asylum di Brad Anderson, con un cast che include Kate Beckinsale, Ben Kingsley e Michael Caine. E poi Tusk, l'atteso nuovo horror di Kevin Smith. Tra le altre anteprime, nella sezione eventi, La spia - A Most Wanted Man, ultima grande interpretazione del compianto Philip Seymour Hoffman.
 
Si apre e si chiude in commedia
Film di apertura e chiusura, le cui serate vedranno Nicoletta Romanoff in qualità di madrina, Soap Opera di Alessandro Genovesi e Andiamo a quel paese di Ficarra e Picone. Tra gli italiani anche Tre tocchi di Marco Risi e Buoni a nulla di Gianni Di Gregorio in Gala, Fin qui tutto bene di Roan Johnson, Last Summer, opera prima di Leonardo Guerra Seràgnoli (con la star di Pacific Rim, Rinko Kikuchi), e Index Zero, opera prima di Lorenzo Sportiello in Prospettive Italia.
 
I premi speciali e le master class
Il premio Marc’Aurelio Acting Award, rivolto “agli attori e alle attrici che hanno portato ai massimi livelli la tecnica della recitazione” sarà consegnato nel corso della serata d'apertura a Tomas Milian, premiato da Sergio Castellitto, che l'ha voluto come protagonista del suo nuovo film. Milian sarà anche al centro di una masterclass con il pubblico. Altri autori e attori a incontrare il pubblico del Festival saranno: Clive Owen, Walter Salles e Jia Zhangke, Wim Wenders, Brad Anderson, Asia Argento, Park Chan-wook, Kevin Costner, Takashi Miike e Geraldine Chaplin.
 
 
Condividi