ECONOMIA

Saint-Nazaire

Fincantieri-Stx: passo avanti per il vertice Italia-Francia di fine mese

Sul tavolo dell'incontro di Via XX Settembre ipotesi di lavoro considerate da entrambe le parti in modo costruttivo 

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea "Incontro utile con il ministro Le Maire sul dossier Stx/Fincantieri. Continuiamo a lavorare in vista del vertice del 27/09". Così in un tweet il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha sintetizzato l'esito dell'incontro che si è svolto a Roma tra il ministro dell'economia francese Bruno Le Maire ed i ministri Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda sulla vicenda Fincantieri-Stx.



In Via XX Settembre sono stati fatti in passi avanti verso la costruzione di una soluzione di reciproco interesse per sviluppare la collaborazione italo-francese nel campo della cantieristica navale. L'obiettivo condiviso è di predisporre un'ipotesi di intesa su cui il presidente Macron e il premier Gentiloni possano discutere nel vertice bilaterale in programma il prossimo 27 settembre a Lione.

Sul tavolo quindi sono state analizzate proposte ed ipotesi di lavoro considerate da entrambe le parti in modo costruttivo. 

La posta in gioco, consistente nell'acquisizione maggioritaria da parte di Fincantieri del polo cantieristico produttivo di Saint-Nazaire lungo la foce della Loira, si è trasformata da semplice 'partita industriale' a scontro politico-diplomatico tra Francia ed Italia.

La vicenda si è molto ingarbugliata dopo l'elezione di Macron al'Eliseo perché il neo presidente d'Oltralpe ha rimesso in discussione l'accordo che Fincantieri aveva raggiunto sotto la presidenza di Hollande ottenendo il il 54,7 per cento del capitale di Stx France (società di proprietà coreana ed in fallimento a causa della crisi nel settore della crocieristica). Secondo l'accordo la quota del 45,3 per cento sarebbe rimasto nelle mani dello Stato francese con il divieto per Fincantieri di 'scalate' del capitale sociale per un periodo di 8 anni. Nel frattempo il tribunale coreano ha omologato l'acquisizione di Fincantieri della Stx.

Dopo la sua elezione Macron ha fatto sapere che l'accordo non andava più bene perché ci sono da salvaguardare i posti di lavoro francesi e la sovranità del cantiere navale e quindi ha affidato al ministro dell'Economia Le Maire la negoziazione di un nuovo assetto azionario dopo aver nazionalizzato a fine luglio i cantieri navali di Stx.
Condividi