ECONOMIA

Economia

Fisco, Mef: nei primi 5 mesi entrate in crescita dell' 1,9% a 159,4 miliardi

Cresce del 4,3% invece l'Iva, che da sempre è un termometro dell'andamento dell'economia ma che in questo caso segna un recupero dovuto all'introduzione di meccanismi anti-evasione. 

Condividi
Entrate tributarie in leggera crescita nei primi 5 mesi dell'anno. Gli incassi accertati in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 159,423 miliardi di euro, in aumento dell'1,9% (+ 2,953 miliardi di euro) rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo comunica il Mef segnalando che nel 2016, anno dell'entrate in vigore della nuova modalità di pagamento del canone tv attraverso la bolletta elettrica, i primi versamenti del canone si sono registrati a partire dal mese di agosto, mentre nel 2017 i versamenti sono affluiti all'erario da gennaio.

Al netto del gettito del canone televisivo, che nei primi cinque mesi è stato pari a 642 milioni di euro, le entrate crescono dell'1,5%.

Nel dettaglio, le imposte dirette registrano un gettito complessivamente pari a 80.704 milioni di euro, in aumento dell'1,4% (+ 1.135 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le entrate Irpef ammontano a 72.430 milioni di euro, in crescita di 1.149 milioni di euro (+1,6%) per effetto principalmente dell'andamento positivo delle ritenute da lavoro dipendente e da pensione (+1.178 milioni di euro, +1,8%). Il risultato, spiega il Mef, riflette anche gli effetti di alcune misure introdotte dalla Legge di bilancio per il 2017 e, in particolare, l'aumento delle detrazioni per i pensionati di eta' inferiore a 75 anni, equiparate a quelle previste per i pensionati di eta' pari o superiore ai 75 anni e le revisioni al regime della tassazione dei premi di produttivita'. Si tratta di interventi di alleggerimento del carico tributario che riducono il gettito Irpef. Gli introiti dell'Ires registrano un incremento di 211 milioni di euro (+16,3%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le entrate dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nonche' ritenute sugli interessi ed altri redditi di capitale mostrano una crescita tendenziale pari a +1,7%. Prosegue l'andamento negativo delle imposte sostitutive sui redditi da capitale e sulle plusvalenze (- 61 milioni di euro, pari a -24,6%) e quello dell'imposta sostitutiva sul valore dell'attivo dei fondi pensione (-9 milioni di euro, pari a -1,3%). All'andamento delle imposte dirette di gennaio-maggio 2017 ha contribuito anche il gettito derivante dalla collaborazione volontaria (cd voluntary disclosure), introdotta per favorire la regolarizzazione di capitali finora non dichiarati al fisco, che ha fatto registrare versamenti per 405 milioni di euro, con una diminuzione di 348 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2016. 

All'andamento delle imposte dirette dei primi 5 mesi ha contribuito anche il gettito derivante dalla collaborazione volontaria (cd voluntary disclosure), introdotta per favorire la regolarizzazione di capitali finora non dichiarati al fisco, che ha fatto registrare versamenti per 405 milioni di euro, con una diminuzione di 348 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo rende noto il ministero dell'Economia.
Condividi