ECONOMIA

Rapporto Guardia di Finanza

Fisco, Padoan: dal contrasto all'evasione risorse per sostenere la crescita e tagliare le tasse

La legalità è la precondizione per lo sviluppo sostenibile e inclusivo 

Condividi
"Da un più efficace contrasto all'evasione e alle frodi, derivano risorse per ridurre la tassazione sui fattori produttivi e sostenere la crescita". Lo ha detto il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan, sottolineando che "la legalità è una precondizione cruciale per lo sviluppo sostenibile e inclusivo". Il ministro ha parlato in occasione della presentazione del rapporto annuale della Guardia di finanza. 

"Rafforzare l'azione di contrasto dell'evasone fiscale, della corruzione e della criminalità organizzata dando continuità alle iniziative poste in essere negli ultimi anni e intensificandone l'attuazione - ha insistito il ministro - rafforza il sostegno all'attività delle tantissime imprese che rispettano le regole assicurando anche le migliori condizioni per il pieno operare della concorrenza". Padoan ha quindi lodato i risultati portati a termine nel corso del 2016 dalla Guardia di Finanza: "Le risultanze dall'attività operativa vanno ben oltre le aspettative, sia in termini qualitativi che quantitativi, confermando l'immagine di una GdF efficiente ed efficace, al servizio esclusivo delle istituzioni e dei cittadini". Il titolare del Tesoro ha quindi ricordato anche gli interventi del Governo, in particolare per il contrasto all'evasione e alle frodi iva, a partire dall'adozione per lo split payment per i fornitori della P.A. che ha permesso di recuperare omessi versamenti per circa 2,1 miliardi. Il Governo ha per questo recentemente chiesto alla Commissione Ue di prorogare l'autorizzazione all'applicazione del meccanismo fino al 2020.

Padoan: chiari segnali positivi, crescita si rafforzerà Insieme a graduale ma deciso consolidamento conti
Nell'economia italiana "vi sono chiari segnali positivi. L'espansione del Pil dovrebbe proseguire quest'anno e nel prossimo, confermando l'efficacia dell'impostazione della politica di bilancio favorevole alla crescita e volta ad assicurare un graduale ma deciso consolidamento delle finanze pubbliche". Ha sottolineato il ministro dell'economia
Condividi