Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Fisco-dalla-lotta-a-evasione-recuperati-16-miliardi-nel-2018-piu-11-per-cento-Ma-gli-incassi-sono-in-calo-925b8997-bd28-42a3-8f47-43e1167a0b5e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Agenzia delle Entrate

Fisco: dalla lotta all'evasione recuperati 16 miliardi nel 2018, +11%. Ma gli incassi sono in calo

Bene gli incassi dei controlli. Da definizioni e voluntary 'solo' 3 miliardi, rottamazioni giù. 50 milioni arrivati dalla "pace fiscale". Il dato complessivo degli incassi 2018 ammonta però a 19,2 miliardi contro i 20 miliardi del 2017

Condividi
La lotta all'evasione ha fruttato nel 2018 16,2 miliardi per le ordinarie attività di controllo, l'11% in più del 2017. Lo annuncia l'Agenzia delle Entrate, spiegando che le somme sono state incassate tramite versamenti diretti (+10%), lettere per la compliance (+38%) e ruoli (+4%).

In calo invece le entrate da misure straordinarie, come la definizione delle liti fiscali (-87%), la rottamazione (-41%) e la voluntary disclosure (-25%), dalle quali derivano incassi per 3 miliardi. 

Il dato complessivo degli incassi 2018 ammonta quindi a 19,2 miliardi contro i 20 miliardi del 2017.

Il recupero ordinario da attività di controllo è arrivato nello specifico a 16,16 miliardi, contro i 14,5 miliardi del 2017. Di questi, 11,25 miliardi derivano dai versamenti diretti (somme versate a seguito di atti emessi dall'Agenzia) che fanno segnare un aumento del 10% rispetto al 2017. Circa 1,8 miliardi, invece, sono il frutto dell'attività di promozione della compliance: il gettito conseguito con 1,9 milioni di alert inviati dell'Agenzia effettua un balzo in avanti del 38% rispetto all'anno precedente e addirittura del 260% rispetto al 2016. 

Si attesta a 3,1 miliardi il recupero conseguente ai ruoli ordinari (+4%) di competenza dell'Agenzia delle Entrate, mentre scende il recupero da misure straordinarie: dalla definizione delle controversie tributarie, le cosiddette liti, sono arrivati 100 milioni di euro (-87%), dalla rottamazione di cartelle riferite all'Agenzia delle Entrate 2,59 miliardi (-41%), dalla voluntary 1 e bis 300 milioni di euro (-25%) e dalla prima misura di pace fiscale, partita negli ultimi due mesi 2018, 50 milioni di euro. In totale le entrate "straordinarie" ammontano quindi a 3 miliardi di euro. 

Cresce il gettito spontaneo relativo ai principali tributi gestiti dall'Agenzia delle Entrate (imposte dirette e indirette, imposte regionali e comunali), che passa dai 414 miliardi del 2017 ai quasi 420 miliardi (+1,4%) del 2018. 

Tria: siamo sulla buona strada del recupero del gettito
"Questi dati sono risultati che dobbiamo tutti apprezzare. L'attività fondamentale dello Stato è riscuotere le tasse e spendere, i risultati ci dicono che siamo sulla buona strada del recupero di gettito". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, nel corso della presentazione dei risultati raggiunti e i servizi offerti dall'Agenzia delle Entrate nel 2018. "La pressione fiscale sarà poi restituita ai cittadini, che pagano le tasse, attraverso le riforme fiscali, ma questo si può fare man mano che l'evasione fiscale viene ridotta; eliminarla è difficile".
Condividi