Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Fognini-e-Giorgi-vincono-e-vanno-al-terzo-turno-degli-Australian-Open-9f67dce7-1b07-4a23-ab92-cb3ccadb1ae0.html | rainews/live/ | true
SPORT

Tennis a Melbourne

Fognini e Giorgi vincono e vanno al terzo turno degli Australian Open

Fabio Fognini a Melbourne (Ansa)
Condividi
Dopo Andreas Seppi e Thomas Fabbiano, anche Fabio Fognini accede al terzo turno degli Australian Open. Il ligure, numero 13 del ranking mondiale e 12/a testa di serie ha superato senza patemi l'argentino Leonardo Mayer, numero 53 Atp: 7-6 (3) 6-3 7-6 (5) dopo due ore e 23 minuti.

Il match, che si giocava su uno dei campi non coperti dal tetto, è stato sospeso per pioggia per circa 40 minuti quando l'azzurro era in vantaggio 7-6 (3) 4-1. Fabio conduceva 3-2 nei precedenti contro il coetaneo di Corrientes, ma aveva perso gli ultimi confronti entrambi nel 2018 e sulla terra.

"Non guardo il tabellone - ha spiegato - vado avanti giorno per giorno ...". Contro l'argentino Leonardo Mayer ha fatto un'ottima impressione: "Ho giocato molto bene - conferma lui stesso - solido al servizio e da fondo campo. Peccato per quella piccola distrazione nel terzo set, quando ero avanti di un break e ho rischiato complicare il match. Quel set avrei potuto anche perderlo, invece al tie break ho chiuso la partita senza troppi rischi".

Carico è carico ed è a un passo dal confermare gli ottavi agli Australian Open della passata stagione. "Questo è un torneo in cui ho sempre fatto fatica, mi capita spesso a inizio stagione", sottolinea. In 12 partecipazioni agli Australian Open ha raggiunto due volte gli ottavi, nel 2014 e nel 2018, anche se c'è il bel ricordo dello storico successo in doppio in coppia con Simone Bolelli nell’edizione 2015.

Sabato c'è Pablo Carreno-Busta, 23/a testa di serie (Fabio è numero 12), che a Melbourne vanta gli ottavi raggiunti lo scorso anno e che nel 2017 ha conquistato le semifinali agli US Open, stagione in cui era entrato anche tra i top ten prima di essere condizionato la passata stagione da una serie di infortuni.

Il 27enne spagnolo all'esordio nel torneo ha sofferto contro Luca Vanni, spuntandola solo al quinto set, mentre al secondo turno ha superato in tre set il bielorusso Ilya Ivashka.

I precedenti sono contro Fognini, che ha perso tutte e cinque le sfide del passato con lo spagnolo, tre sulla terra (Oeiras, San Paolo e Monte Carlo) e due sul veloce indoor (Mosca e Parigi Bercy).

I due però non si incrociano dal 2017 e mai si sono affrontati sul cemento all'aperto. Insomma è il momento buono per invertire la tendenza: "Ci proverò - dice l'azzurro - magari sarà la volta buona. Il match vinto da Carreno Busta vinto al quinto con Vanni? Quello di sabato sarà un match completamente diverso perché io e Luca abbiamo caratteristiche molto differenti".

Giorgi travolge Swiatek
Terzo turno raggiunto in scioltezza da Camila Giorgi. La 27enne di Macerata, numero 28 del ranking mondiale e 27esima testa di serie, ha travolto la 17enne polacca Iga Swiatek, numero 177 del ranking mondiale, promossa dalle qualificazioni e alla sua prima esperienza nello Slam Down Under: 6-2 6-0 in 59 minuti.

La campionessa di Wimbledon junior, nata a Varsavia e dotata di un gran servizio, al suo debutto nel main draw contro la rumena Bogdan aveva messo a segno ben 12 ace. Non le sono serviti i 6 totalizzati contro l'azzurra: c'è stato match solo fino al 2-2 del primo set, poi Camila è volata via infilando 10 game consecutivi senza lasciare più nulla alla giovane avversaria e chiudendo con 2 ace e 17 vincenti.

Un'altra ottima prestazione dopo l'esordio di martedì scorso in cui aveva battuto per 6-3 6-0 la slovena Dalila Jakupovic, numero 83 Wta, anche in quell'occasione impiegando meno di un'ora, per la precisione 53 minuti. Nei primi due turni ha dunque concesso alle rivali in totale appena cinque game. "È solo inizio stagione ma probabilmente sto giocando il mio miglior tennis - sottolinea Camila - sono molto solida soprattutto sul servizio".

Potente lo è sempre stato, ora è anche affidabile come confermano i numeri: solo 2 doppi falli e una percentuale di prime del 77%. "È il risultato del lavoro fatto in allenamento e in preparazione, ci ho lavorato molto e continuo a farlo".

Ora l'asticella si alza: al terzo turno l'azzurra sfiderà la ceca Karolina Pliskova, testa di serie numero 7, che ha superato la statunitense Madison Brengle in tre set: 4-6 6-1 6-0. La 25enne di Louny a Melbourne, che in apertura di stagione ha conquistato il titolo a Brisbane, vanta due quarti di finale nelle ultime due edizioni dello Slam Down Under ed è stata finalista agli US Open nel 2016.

Cinque i precedenti tra la Giorgi e la Pliskova, con la tennista ceca avanti 4-1. Le ultime sfide risalgono al 2017, quando si sono affrontate due volte: vittoria di Camila a Praga sulla terra rossa, successo della Pliskova a Cincinnati sul cemento nell'estate di quella stagione quando la ceca era numero uno del mondo.

Per Camila questa è la settima partecipazione al Major Down Under dove aveva raggiunto il terzo turno raggiunto anche nel 2015, quando fu poi eliminata in tre set da Venus Williams.
Condividi